Consulenza o Preventivo Gratuito

Da luglio INPS sbarca su Twitter

del 22/07/2013

L'INPS diventa sempre più social. Da luglio l'Ente previdenziale è su Twitter con il suo profilo @inps_it. Già da qualche tempo ormai l'Istituto era sbarcato sui social network con le sue quattro pagine pubbliche su Facebook e il suo canale YouTube.

È evidente che l'INPS ha ritenuto proficua la sua presenza sui social network e anche gli utenti hanno apprezzato visto che le sue pagine Facebook hanno già collezionato 15mila “mi piace”. L'Inps, per ottimizzare il suo supporto ai contribuenti sul social network di Mark Zuckerberg, ha deciso di non creare un'unica pagina pubblica ma di dividersi in quattro differenti settori: “Riscattare la Laurea”, “Utilizzare i Buoni Lavoro”, “Gestire il Lavoro Domestico” e “Pensioni: Sistema Contributivo”. E l'efficienza delle pagine dell'Ente è stata anche premiata, l'anno scorso, con un riconoscimento; il Premio e-gov per la sezione “Un Governo più aperto”. Sulle sue pagine l'INPS fornisce informazioni utili sulla relativa tematica, come ad esempio i link al sito, le news sulle scadenze o ancora degli utili consigli.

Sul canale YouTube, INPSComunica, l'Ente carica video che spiegano il funzionamento delle varie sezioni del sito e dei servizi che vi si possono trovare. Il video “CUD 2013 Online”, ad esempio, in cui vengono date informazioni sulle modifiche introdotte dalla Legge di stabilità 2013 sull'invio del CUD cartaceo, ha totalizzo più di 17mila visualizzazioni e il canale può vantare quasi 300 iscritti.

Dopo questi ottimi risultati ora è il momento di “cinguettare” su Twitter. Il primo “tweet” è datato 9 luglio con cui l'INPS comunica l'apertura del profilo ufficiale. Nel giro di pochi giorni ha già collezionato più di 600 “followers” e inviato 45 “cinguettii”.

Le informazioni a 140 caratteri fornita sul social azzurro sono più generali rispetto a quelle sulle pagine Facebook. Vengono dati suggerimenti sui vari servizi e sulle varie novità, come ad esempio quelle relative al DURC o “Operazione RESET contro false compensazioni”, o ancora i link per il pagamento rateale debiti contributivi. È stata inoltre instaurata una sinergia fra i due social grazie alla quale i tweet rimandano alle pagine Facebook e viceversa. Potrebbe dunque rivelarsi molto utile "seguire" il profilo dell'INPS in quanto sarà possibile essere aggiornati in tempo reale su ogni novità riportata con i tweet. Non sarà possibile richiedere informazioni o porre domande perché, come fa notare lo stesso Ente, sul portale istituzionale www.inps.it esiste già un'apposita sezione di assistenza.

Come si diventa follower dell'INPS? È molto semplice. Ovviamente è necessario possedere un account Twitter con il quale accedere al social network. Una volta effettuato il "login" è sufficiente utilizzare la funzione “Cerca” digitando “@inps_it”. Si approderà in questo modo nella pagina dell'INPS e, a questo punto, è sufficiente cliccare su “Segui”.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Contributi figurativi extra per il reinserimento

del 05/11/2010

Via libera alla contribuzione figurativa integrativa per i beneficiari di prestazioni sociali. Con l...

Incentivi per chi assume over 50

Rag. Maurizio Cason Villa del 09/05/2012

Il Consiglio dei Ministri ha presentato il 23 marzo 2012 il disegno di legge di riforma del mercato...

Contributi: la ricongiunzione è sempre a titolo oneroso

Dott. Gianluca Anselmi del 14/05/2012

La ricongiunzione dei contributi è quell’istituto che permette, a chi ha posizioni assicurative in g...