Consulenza o Preventivo Gratuito

Ammissione al patrocinio a spese dello Stato

del 18/03/2013

Ammissione al patrocinio a spese dello Stato

Ai fini della determinazione del reddito ex art. 76 D.P.R. 115/02, per l’ammissione al patrocinio a spese dello stato, si computano tutti i redditi dei conviventi del nucleo familiare, anche in assenza di un rapporto giuridicamente rilevante tra loro.

Così la Corte di Cassazione, nella sentenza depositata il 13.11.2012, ha esteso il concetto di “famiglia” e “nucleo familiare” indicato in normativa.

Il quesito che la Corte è chiamata a risolvere è se il legislatore con la locuzione “familiare” e “componente della famiglia” abbia inteso i familiari uniti da un vincolo di parentela o abbia voluto estendere il concetto di famiglia a chi collabora da un punto di vista economico alla vita comune del nucleo familiare.

La IV sezione, riprendendo la pronuncia n. 109 del 5.01.2006 con cui estendeva nel computo del reddito anche quello del convivente “more uxorio” dell’istante, ritiene di dover tener conto della capacità economico-finanziaria di tutti coloro che, anche per legami di fatto, concorrono a formare il reddito familiare.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Corte di Cassazione: online i ricorsi

del 08/07/2010

Finalmente può partire il protocollo che permette agli avvocati la consultazione online dei ricors...

iPad come strumento di lavoro

del 14/07/2010

Array Networks Inc, società leader per l’utilizzo sicuro delle applicazioni in azienda, ha lanciato...

Fare causa d'ora in poi costerà di più

del 16/07/2010

Il maxiemendamento alla riforma finanziaria prevista dal Ministro Tremonti introduce un aumento del...