Consulenza o Preventivo Gratuito

Bonus bebè: tenete Isee alla mano per il click day

del 25/02/2013

Bonus bebè: tenete Isee alla mano per il click day

Il Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali col quale si istituisce il cosiddetto bonus bebé del 22 dicembre scorso è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica n. 37 del 13 febbraio 2013.

Lo scopo dichiarato di questa sperimentazione (prevista per gli anni 2013-14-15) è quello di facilitare il rientro al lavoro delle donne nel periodo successivo all’astensione obbligatoria.

Il sunnominato bonus bebé consiste nel contributo di 300 € mensili da assegnare per un massimo di 6 mesi alle puerpere che ne facciano richiesta, che deve avvenire unicamente via internet, quale supporto al sostenimento delle spese per la baby-sitter o, in alternativa, per il pagamento della retta dell’asilo nido. Tutto ciò in luogo, anche parziale, della fruizione della maternità facoltativa.

L’accoglimento delle domande, presentate con il sistema del click-day, avverrà per graduatoria su base nazionale di reddito e sino a concorrenza dell’importo stanziato per il 2013 (20 mln di €).

Ovviamente il reddito dovrà essere documentato dall’indicatore ISEE.

Da ciò si deduce che, oltre ad aver partorito un figlio, ovviamente, due sono le caratteristiche fondamentali per aver accesso al bonus: un basso reddito e la precedenza rispetto ad altre domande. Nella domanda dovrà essere specificato il tipo di scelta, ossia baby-sitter o retta asilo nido. Nell’ipotesi di spesa per la baby-sitter, l’erogazione avverrà con il sistema dei buoni lavoro, mentre in caso di fruizione di asilo nido, l’erogazione mediante pagamento diretto dell’Inps alla struttura prescelta dalla lavoratrice.

Tutto ciò lascia perplessi per più d’un motivo. Quando verrà stabilito il fatidico giorno del click-day la futura mamma o neo-mamma, che non ha familiari a cui lasciare il bebé una volta terminato il periodo di maternità obbligatoria, dovrà stabilire da subito, quindi con largo anticipo, se intenderà fruire di questa opportunità estremamente incerta oppure se avvalersi del normale trattamento per il congedo facoltativo.

Nel caso optasse per la prima ipotesi dovrà anche essere pronta con l’ISEE e, non di meno, sufficientemente abile al computer, perché il click-day non perdona! Se arriva in ritardo si riducono, sino a scemare, le speranze che la propria domanda, pur in presenza di un reddito non elevato, entri in graduatoria e sia accolta. Dopo aver digitato la domanda non le resterebbe che … incrociare le dita!

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Indennità di maternità al padre

del 06/09/2010

Cattive notizie per i padri di famiglia liberi professionisti che non potranno percepire l’indennità...

Lavoratori disabili: retribuzione anche durante accertamenti medici

del 22/09/2010

Quando un lavoratore con diversa abilità viene sospeso dal lavoro per accertamenti medici circa la s...

Incidenti sul lavoro: ne risponde il Cda

del 05/11/2010

Se a causa della mancata applicazione delle opportune misure di sicurezza ricorrono nel tempo gli in...