Consulenza o Preventivo Gratuito

Sì alle mansioni dequalificanti se circoscritte

del 26/02/2013

Sì alle mansioni dequalificanti se circoscritte

Con la sentenza n. 4301 del 21 febbraio 2013 la Suprema Corte ha chiarito che il datore di lavoro può esigere dal dipendente lo svolgimento di mansioni dequalificanti se queste ultime si risolvono in adempimenti che implicano un circoscritto impegno temporale e non intaccano lo svolgimento in prevalenza delle mansioni confacenti all'inquadramento di appartenenza.

Legittimamente operano dunque l'azienda o l'ente datore di lavoro che adibiscono il dipendente a mansioni inferiori per esigenze di servizio se allo stesso tempo assicurano in modo prevalente e assorbente l'espletamento di quelle concernenti la qualifica di appartenenza.

Ciò accade, ad esempio, secondo i Giudici di Legittimità, allorquando l'espletamento di mansioni inferiori implichi un impiego di energie lavorative di breve durata (nel caso di specie si era trattato di soli quattro mesi) e pertanto non incide in modo prevalente sullo svolgimento delle mansioni di appartenenza. 

La circostanza esclude che possa proprio discutersi di "mutamento di mansioni" in pejus.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Indennità di maternità al padre

del 06/09/2010

Cattive notizie per i padri di famiglia liberi professionisti che non potranno percepire l’indennità...

Lavoratori disabili: retribuzione anche durante accertamenti medici

del 22/09/2010

Quando un lavoratore con diversa abilità viene sospeso dal lavoro per accertamenti medici circa la s...

Incidenti sul lavoro: ne risponde il Cda

del 05/11/2010

Se a causa della mancata applicazione delle opportune misure di sicurezza ricorrono nel tempo gli in...