Consulenza o Preventivo Gratuito

Mia moglie ha chiesto la separazione con l’affidamento della figlia e vuole la casa coniugale che non è intestata a me, ma risulta ancora di proprietà di mia madre. Ha diritto a rimanere in quella casa?

del 30/04/2012

Sì, se la figlia minore (o maggiorenne ma non ancora autosufficiente) verrà affidata a lei. E’ l’orientamento predominante della Cassazione che, con la sentenza n. 13603/04 emessa a SSUU, ha ritenuto di salvaguardare su tutto il diritto dei figli a continuare a vivere nella casa in cui sono cresciuti ed hanno sviluppato i propri affetti. In caso di separazione, il diritto di proprietà dei nonni che – come in questo caso - abbiano concesso in comodato precario l’abitazione ai coniugi viene considerato secondario. Nel 2010 una Sezione della Cassazione ha tentato di invertire le priorità (più tutela per il diritto di proprietà del comodante), stabilendo che in caso di separazione dei coniugi il comodante ha facoltà di pretendere in restituzione la casa senza formalità e nonostante essa sia stata assegnata al genitore affidatario di figli minori. Ma già un mese dopo, la Corte è tornata su suoi passi, riallineandosi al principio espresso dalle SSUU cui, ad oggi, si fa sostanziale riferimento.
vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Separazione dei coniugi: il diritto di visita dei nonni

del 08/07/2010

Una delle innovazioni più importanti dell’ultima riforma del diritto di famiglia è rappresentata da...

Corrispondenza riservata

del 19/07/2010

Tribunale di Monza - Giudice Monocratico Pastore - 07/10/09 - ART. 616 C.P. Non è rilevante penalm...

Le crisi coniugali nelle unioni di lunga durata

del 23/07/2010

Da ricerche Istat presso le cancellerie dei 165 tribunali civili italiani, su 1000 matrimoni 286 fin...