Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Attenuante del reato

del 27/10/2015
CHE COS'È?

Attenuante del reato: definizione

L'attenuante del reato, nota anche come circostanza attenuante, è un elemento che in diritto è ritenuto non essenziale per il reato stesso: il giudice ha la possibilità di tenerne conto per irrogare una pena di specie meno grave o per ridurre la pena. 


COME SI FA

Quali sono le attenuanti e chi le stabilisce?

Sono l'articolo 62 e l'articolo 62 bis del Codice Penale a determinare una lista di attenuanti comuni, stabilendo anche, per i giudici, la possibilità di individuare attenuanti generiche tra quelle non elencate. Le attenuanti comuni prevedono: l'essere spinti ad agire da un elevato valore sociale o morale; l'essere spinti ad agire a causa di rabbia o ira motivate dal comportamento di altre persone; l'essere spinti ad agire a causa della suggestione esercitata da una folla in tumulto; l'avere causato, nei delitti contro il patrimonio, un danno patrimoniale di lieve entità con un evento pericoloso o dannoso tenue; avere concorso unicamente all'omissione del colpevole reale del dolo; avere concorso ad attenuare gli effetti dell'azione o avere riparato il danno causato, con la restituzione (per esempio nel caso di un oggetto rubato) o con il risarcimento.

Le attenuanti vengono applicate sempre?

L'applicazione delle attenuanti è determinata dalla legge. La riduzione della pena può essere cumulata nel caso in cui l'attenuante non abbia effetto speciale, cioè non riduca di più di un terzo la pena; in tale circostanza, ciascuna attenuante viene applicata alla misura della pena stabilita da quelle precedenti. In caso contrario, viene applicata unicamente la riduzione di pena di entità maggiore, ferma restando la possibilità di una ulteriore riduzione. 

Cosa succede in caso di prescrizione?

La Corte di Cassazione ha stabilito che se l'applicazione della causa che estingue la prescrizione del reato dipende dalla concessione di attenuanti, l'imputato viene comunque riconosciuto colpevole, e ciò si inserisce nella sua fedina penale.


CHI

L'avvocato penalista.


FAQ

1. Che cosa si intende, con precisione, riferendosi alle circostanze del reato attenuanti?

In diritto ogni termine ha un significato ben preciso: in questo caso, si è in presenza di circostanze, vale a dire di elementi accidentali, che non sono essenziali di per sé per la sussistenza del reato, che è perfetto nella sua struttura; la loro presenza, tuttavia, può determinare una riduzione della pena. La funzione della presenza della circostanze attenuanti prevista dalla legge è quella di ridurre, per quanto possibile, il gap tra la norma di reato, che per forza di cose è astratta, e le diverse situazioni concrete in cui il reato stesso viene compiuto. 

2. Cosa vuol dire "essere spinti ad agire da un elevato valore sociale o morale"?

Questa circostanza attenuante ha a che fare con motivi di particolare valore sociale: in proposito, la giurisprudenza ha precisato che essi devono essere percepiti in quanto tali dalla collettività, e non da una particolare cerchia sociale. La concessione di questa attenuante viene esclusa in presenza di reati compiuti per finalità eversive o terroristiche, per esigenze familiari, per vendetta, per gelosia e per onore. L'attenuante tra i presupposti per la sua concessione non include il requisito della proporzionalità, ma tale requisito può essere comunque ritenuto valido. 

3. Che cosa vuol dire "essere spinti ad agire a causa della suggestione esercitata da una folla in tumulto"?

La norma in questione precisa che la situazione non deve contemplare assembramenti o riunioni che sono vietate dall'autorità e dalla legge, e che l'attenuante non può essere prevista nel caso in cui il colpevole sia un delinquente per tendenza, un delinquente professionale o un contravventore abituale. Deve, inoltre, essere evidente il nesso di causalità tra il tumulto della folla e il reato che è stato compiuto. Infine, per la concessione dell'attenuante è necessario che il colpevole si sia trovato coinvolto nel tumulto non per sua volontà. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

AGGRAVANTI - ATTENUANTI DEL REATO: VOCI CORRELATE

Aggravante del reato

di del 19/11/2015

Quando si parla di aggravante del reato, o di circostanza aggravante, ci si riferisce, in diritto, a..

Circostanza aggravante: abuso di autorità o relazioni

di Avv. Barbara Sartirana del 15/07/2016

L’aver commesso il reato con abuso di autorità o di relazioni intercorrenti con la parte offesa, rap..