Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Sanzioni sostitutive delle pene detentive brevi

del 05/06/2017
CHE COS'È?

Sanzioni sostitutive delle pene detentive brevi: definizione

Nel diritto penale del nostro Paese, le sanzioni sostitutive delle pene detentive brevi sono previste dalla legge 689 del 1981 al capo III: si tratta di pene che possono essere inflitte a un soggetto che viene considerato colpevole al posto di una pena detentiva di meno di due anni. Nel caso in cui una sentenza di condanna possa essere determinata entro il limite di sei mesi, la stessa può essere sostituita con una pena pecuniaria; nel caso in cui una sentenza di condanna possa essere determinata entro il limite di un anno, la stessa può essere sostituita con la libertà vigilata; nel caso in cui una sentenza di condanna possa essere determinata entro il limite di due anni, la stessa può essere sostituita con la semidetenzione. Ogni giudice può decidere, secondo i limiti previsti dalla legge, di sostituire la pena con una sanzione sostitutiva: questa può essere richiesta su istanza di parte oppure concessa ex officio, ma in caso di violazione delle prescrizioni può venire convertita o revocata. Tra le sanzioni sostitutive rientrano anche l'espulsione di un soggetto straniero, secondo quanto previsto dal d. lgs. n. 286 del 1998 all'art. 16, e il lavoro sostitutivo, secondo quanto previsto dalla l. n. 689 del 1981 all'art. 105.


COME SI FA

Come vengono applicate le sanzioni sostitutive delle pene detentive brevi?

Le sanzioni sostitutive delle pene detentive brevi vengono applicate dal giudice in maniera discrezionale, sulla base dei parametri previsti dall'articolo 133 del codice penale. Il giudice è chiamato a compiere una valutazione prognostica relativa alla possibilità per il condannato di adempiere le prescrizioni relative alla sanzione sostitutiva. Nel contesto della decisione, deve essere presa in considerazione anche l'opportunità di favorire il reinserimento sociale del soggetto condannato, mentre la reclusione in carcere non può che favorire la sua desocializzazione.


CHI

Un avvocato penalista.


FAQ

1. Che cosa prevede la semidetenzione?

La semidetenzione implica la sospensione della patente di guida, il divieto di possedere esplosivi, munizioni e armi, il ritiro del passaporto e la sospensione di tutti gli altri documenti validi per espatriare e l'obbligo di conservare l'ordinanza emessa, al cui interno sono specificate le modalità di esecuzione, così che possa essere presentata nel caso in cui gli organi di polizia ne facciano richiesta. Il soggetto a cui viene inflitta la semidetenzione è tenuto a trascorrere in un istituto penitenziario non meno di dieci ore al giorno.

2. Che cosa prevede la libertà controllata?

La libertà controllata - o vigilata - implica per il condannato l'obbligo di presentarsi presso l'ufficio di pubblica sicurezza locale almeno una volta al giorno, e comunque negli orari stabiliti, tenendo conto dei suoi impegni di lavoro. Inoltre, essa impedisce di allontanarsi dal comune in cui si risiede, a meno che ciò non avvenga per motivi di salute, di famiglia, di studio o di lavoro, e sempre in seguito alla concessione di un'autorizzazione ad hoc. La libertà vigilata presuppone il divieto di possesso di armi, esplosivi e munizioni, il ritiro del passaporto e la sospensione della patente.

3. Che cosa prevede la pena pecuniaria?

La conversione di una pena detentiva in una pena pecuniaria presuppone un rapporto di equivalenza in virtù del quale per ogni giorno di detenzione devono essere versati 250 euro di ammenda o di multa a seconda che si abbia a che fare con una contravvenzione o con un delitto.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

SANZIONI SOSTITUTIVE: VOCI CORRELATE

Conversione della pena in pena pecuniaria - sanzioni sostitutive

di del 12/02/2016

La conversione della pena in pena pecuniaria è una delle sanzioni sostitutive delle pene detentive b..

Remissione del debito

di Avv. Barbara Bruno del 31/03/2011

La remissione del debito è un beneficio di tipo economico che la legge riserva ai condannati (sia ch..