Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Conversione della pena in pena pecuniaria - sanzioni sostitutive

del 12/02/2016
CHE COS'È?

Conversione della pena in pena pecuniaria - sanzioni sostitutive: definizione

La conversione della pena in pena pecuniaria è una delle sanzioni sostitutive delle pene detentive brevi previste dal diritto penale del nostro Paese, con riferimento in particolare al capo III della legge numero 689 del 1981. Le sanzioni sostitutive sono, in pratica, sanzioni che possono essere comminate al soggetto colpevole al posto di una pena detentiva, a patto che questa non superi i due anni. Nello specifico, la conversione della pena in pena pecuniaria è possibile unicamente nel caso in cui la pena detentiva sia inferiore ai sei mesi: il rapporto di equivalenza presuppone che a un giorno di detenzione corrispondano 250 euro di multa, secondo quanto previsto dall'articolo 135 del Codice Penale, o di ammenda, a seconda del caso specifico (dipende, cioè, se si è in presenza di un delitto o di una contravvenzione).


COME SI FA

Che cos'è la pena pecuniaria?

La pena pecuniaria non è altro che una sanzione penale che impone, a chi se la vede comminare, il pagamento all'erario di una specifica somma di denaro. Sono due le pene pecuniarie previste dal Codice Penale del nostro Paese: le multe sono inflitte a coloro che commettono delitti, mentre le ammende sono inflitte a coloro che commettono contravvenzioni. Come si può intuire, la pena pecuniaria costituisce una soluzione alternativa rispetto alla pena detentiva (ma in alcuni casi può accadere che siano comminate sia l'una che l'altra): essa si differenzia dalla confisca, che riguarda determinati beni e non ha a che fare con il denaro, e dal risarcimento per equivalente, che non viene pagato all'erario ma a chi ha effettivamente subìto il danno. La pena pecuniaria non ha lo scopo di reintegrare il danno subìto da un soggetto, insomma, ma semplicemente di affliggere il trasgressore: è, di conseguenza, da pagare alla pubblica amministrazione. 


CHI

L'avvocato penalista.


FAQ

1. Quali sono le possibili controindicazioni derivanti dall'utilizzo di una pena pecuniaria?

Come è facile immaginare, una pena pecuniaria ha un effetto diverso su una persona che guadagna mille euro al mese e su una persona che ne guadagna 50mila: la diversa incidenza in base alla ricchezza del condannato, in effetti, può fare sì che l'effetto afflittivo della pena sia ridotto nel momento in cui la ricchezza stessa è consistente. In diversi ordinamenti, proprio per limitare le conseguenze di questo problema, il giudice ha la facoltà di modificare e adattare l'importo che il condannato è tenuto a pagare in funzione del suo reddito. 

2. Quali sono, oltre alla pena pecuniaria, le altre sanzioni sostitutive delle pene detentive brevi?

Sono due le possibilità: o la libertà controllata o la semidetenzione. La prima può essere scelta nel caso in cui la durata della pena detentiva sia inferiore a un anno, mentre alla seconda si può ricorrere per una pena detentiva di non più di due anni. La semidetenzione implica anche la sospensione della patente di guida, il divieto di possedere esplosivi, munizioni e armi e il ritiro del passaporto, oltre all'obbligo di presentare ogni volta che le forze dell'ordine lo richiedono l'ordinanza in cui sono precisate le modalità di esecuzione della pena. Spetta, dunque, al potere decisorio del giudice applicare le sanzioni sostitutive: giudice che può concederle su istanza di parte o ex ufficio. Inoltre, le sanzioni sostitutive possono essere convertite o revocate in qualsiasi momento, se le prescrizioni imposte da tali pene vengono violate dal condannato.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

SANZIONI SOSTITUTIVE: VOCI CORRELATE

Sanzioni sostitutive delle pene detentive brevi

di del 05/06/2017

Nel diritto penale del nostro Paese, le sanzioni sostitutive delle pene detentive brevi sono previst..

Remissione del debito

di Avv. Barbara Bruno del 31/03/2011

La remissione del debito è un beneficio di tipo economico che la legge riserva ai condannati (sia ch..