Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Arresto

del 24/03/2017
CHE COS'È?

Arresto: definizione

L'arresto è un atto tramite il quale si priva un soggetto della sua libertà di movimento: lo scopo è quello di impedire che la persona commetta dei crimini, prevenire la sua fuga, tutelare le indagini preliminari svolte dalle forze di polizia e garantire che la pena inflitta a un condannato venga eseguita. 


COME SI FA

Quali sono le forme di arresto previste dal diritto italiano?

Il diritto italiano distingue tra la pena dell'arresto, il fermo di polizia (vale a dire l'arresto in flagranza di reato), l'arresto per l'esecuzione di un ordine di carcerazione in seguito a una condanna penale definitiva e l'arresto per l'esecuzione di un ordine di custodia cautelare. L'arresto, secondo la legge, non riguarda unicamente la detenzione in carcere, ma anche l'obbligo di rimanere nella propria abitazione: in questo caso si parla di arresti domiciliari e di detenzione domiciliare.


CHI

Un avvocato penalista.


FAQ

1. Che cos'è la custodia cautelare?

Si parla di custodia cautelare per indicare una misura coercitiva e cautelare personale che nel nostro Paese è disciplinata dal codice di procedura penale all'articolo 285. Il provvedimento che dispone la custodia cautelare impone di catturare un imputato e di condurlo subito in un istituto di custodia, dove è tenuto a restare a disposizione dell'autorità giudiziaria. La persona che viene sottoposta a custodia cautelare non può, prima del trasferimento, subire alcuna limitazione della libertà, eccezion fatta per le modalità e le tempistiche indispensabili per la traduzione. Si ricorre alla custodia cautelare unicamente nel caso in cui tutte le altre misure si rivelino inadatte. Essa non può essere disposta, a meno di ragioni eccezionali, per le donne in stato di gravidanza o per le donne che hanno dei figli con meno di tre anni, ma anche per gli uomini nei casi in cui le madri siano decedute.

2. Quando si parla di arresto illegale?

L'arresto illegale viene individuato dall'articolo 606 del codice penale, secondo il quale un pubblico ufficiale che procede a un arresto abusando dei poteri che gli spettano per le sue funzioni deve essere punito con un periodo di reclusione fino a un massimo di tre anni. L'arresto illegale, dunque, è un vero e proprio reato.

3. Che cos'è il fermo di polizia?

Il fermo di polizia, o fermo di indiziato di delitto, è una misura restrittiva della libertà personale che può essere disposta unicamente in caso di urgenza e di necessità. Si tratta di una misura pre-cautelare che è disciplinata dagli articoli 384 e seguenti del codice di procedura penale. Il fermo di polizia è obbligatorio in presenza di un soggetto fortemente indiziato di un delitto su cui pesano elementi palesi ed evidenti che permettono di ritenere che la persona abbia commesso molto probabilmente il delitto stesso; perché possa essere concesso il fermo, però, deve sussistere un pericolo fondato che l'indiziato si dia alla fuga, che può essere dedotto unicamente valutando il suo comportamento (ecco perché il pericolo di fuga non può essere soggetto a interpretazioni ma deve essere dimostrabile e reale). I soggetti legittimati a provvedere a un fermo sono il pubblico ministero e la polizia giudiziaria: quest'ultima può intervenire prima che la direzione delle indagini sia stata assunta dal pubblico ministero o anche in un momento successivo, ma solo se non è possibile aspettare il decreto del pm perché si ritiene fondato il pericolo di fuga del soggetto.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

PENE PRINCIPALI: VOCI CORRELATE

Ammenda

di Avv. Amerigo Motta del 27/04/2011

Tra le pene principali previste dal nostro ordinamento c'è l'ammenda che consiste in una pena pecuni..

Ergastolo

di Avv. Carlo Melzi d'Eril del 21/03/2011

L'ergastolo è una pena detentiva, ossia restrittiva della libertà personale, prevista dall'articolo ..

Multa

di Avv. Amerigo Motta del 05/02/2014

La multa è una conseguenza giuridica del reato e consiste in una pena che nel nostro ordinamento è c..

Reclusione

di Avv. Amerigo Motta del 23/04/2012

Il nostro ordinamento prevede tra le pene principali la reclusione che consiste in una pena detentiv..