Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Conto corrente bancario

del 31/03/2011
CHE COS'È?

Conto corrente bancario: definizione

Il conto corrente bancario è uno strumento tecnico bancario che consente l'utilizzo da parte dei soggetti privati e delle aziende per effettuare pagamenti e riscossioni di denaro. Offre, inoltre, la possibilità di gestire le somme in esso contenuteattraverso alcuni strumenti di pagamento che ci permettono di evitare l’uso di denaro contante: Bancomat e assegno bancario.
I soggetti privati lo utilizzano principalmente per la canalizzazione dello stipendio, l'addebito delle utenze e come forma di risparmio. Le aziende lo utilizzano per convogliare i flussi di incassi e pagamenti nazionali ed internazionali.
E’ un contratto "tipico", disciplinato dall’art. 1823 del codice civile che viene definito “conto corrente di corrispondenza” in quanto il titolare ha sempre l’esigibilità a vista delle somme in esso depositate.
Ogni conto corrente di corrispondenza è identificato da un codice IBAN (International Bank Account Number) che è la coordinata bancaria internazionale che consente di identificare, in maniera standard, univocamente il conto del beneficiario dei bonifici in entrata.

Dott. Claudio Griziotti
Claudio Griziotti Consulente Finanziario


COME SI FA

Il conto corrente si può aprire presso qualsiasi istituto di credito italiano ed è la forma più immediata di risparmio parzialmente garantita per i privati in quanto ogni istituto risponde dei crediti vantati da terzi nei confronti del correntista fino ad un importo di € 103.291,38 aderendo al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi.


CHI

Il conto corrente è una forma di risparmio universalmente tutelata dall'intervento statale. La Costituzione italiana prevede che la Repubblica tuteli il risparmio in tutte le sue forme. A giustificazione di questi interventi si considerano i costi sociali in termini di disordine pubblico, povertà e disoccupazione che provocherebbero una corsa agli sportelli, l'interruzione del credito alle imprese e ai cittadini.


vota  

DISCUSSIONI ARCHIVIATE

Vincenzo

20/07/2012 16:08:59

Buonasera,
un anno fa (8/211) mi hanno versato 3000 euro sul c/c nel periodo estivo ed io, sinceramente, in vacanza non me ne ero accorto. E' fattibile, legale, corretto che dopo un anno (6/2012), la banca arbitrariamente, senza nessun avviso, senza contattarmi, mi prelevi questo importo dal c/c. Io mi sono fortemente arrabbiato perché il buon rapporto tra banca e cliente è basato sulla SACRALITA' del c/c. Sono arrabbiatissimo! Posso ricorrere, fare qualcosa? Non possono giocare tranquillamente con il mio c/c. Vi ringrazio anticipatamente.

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

CREDITO AL CONSUMO: VOCI CORRELATE

Private banking

di Avv. Giovanni Carotenuto del 22/08/2011

Il private banking è uno specifico settore dell'attività bancaria che riguarda una serie di servizi ..

Fideiussione bancaria

di Avv. Candida Cianciotta del 14/02/2013

Negli ultimi anni, in alternativa al deposito cauzionale, all’inquilino viene chiesto di offrire al ..