Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Società in accomandita per azioni: costituzione

del 16/03/2012
CHE COS'È?

Società in accomandita per azioni costituzione: definizione

La Società in accomandita per azioni - Sapa è una società di capitali che prevede, come nella società in accomandita semplice, due tipologie di soci: accomandatari e accomandanti.
I soci accomandatari sono di diritto soci amministratori, senza limiti di tempo e rispondono solidalmente e illimitatamente degli obblighi sociali, mentre i soci accomandanti, se non si intromettono nell'amministrazione, sono limitatamente responsabili e non sono coinvolti in caso di dissesto o fallimento della società.
La denominazione sociale è costituita dal nome di almeno uno dei soci accomandatari (con l'indicazione di Sapa).
Alla Sapa sono applicabili le norme di cui agli articoli 2452, 2461 codice civile e, per espressa disposizione dell’articolo 2454 codice civile e in quanto compatibili, le norme sulle Spa. La società, al pari delle Spa, ha quindi un collegio sindacale che svolge funzioni di controllo e che è formato da tre a cinque membri effettivi, oltre a due membri supplenti.

COME SI FA
La costituzione di una Sapa deve avvenire attraverso atto pubblico e capitale sociale non inferiore a euro 120.000.
L’atto costitutivo deve indicare:
  • dati anagrafici dei soci, con espressa indicazione degli accomandatari;
  • numero delle azioni assegnate a ciascun socio;
  • comune ove è posta la sede della società o le eventuali sedi secondarie;
  • attività che costituisce l’oggetto sociale;
  • capitale sottoscritto e quello versato;
  • numero e valore nominale delle azioni, le loro caratteristiche e le modalità di emissione e circolazione;
  • valore dei beni e dei crediti eventualmente conferiti dai soci;
  • norme per la ripartizione degli utili ed eventuali benefici stabiliti a favore dei soci;
  • numero dei componenti del collegio sindacale e nomina dei primi amministratori e sindaci;
  • importo globale delle spese di costituzione a carico della società;
  • durata della società o periodo di tempo, non superiore a un anno, decorso il quale il socio potrà recedere.
Se nell’atto costitutivo non è indicato diversamente, il conferimento del capitale dovrà farsi in denaro.
Alla sottoscrizione dell’atto costitutivo deve essere versato presso una banca almeno il 25% dei conferimenti in denaro.
In caso di conferimento di beni in natura è necessario presentare la relazione giurata, da allegare all’atto costitutivo, di un esperto presentato dal Tribunale nel cui circondario ha sede la società, contenente la descrizione dei beni o dei crediti conferiti, l’attestazione che il loro valore è almeno pari a quello a essi attribuito ai fini della determinazione del capitale sociale e dell’eventuale sovrapprezzo e i criteri di valutazione seguiti.
La Sapa deve essere iscritta all'ufficio del Registro delle ditte presso la Camera di Commercio.
A tale scopo il notaio presenta, esclusivamente per via telematica, la Comunicazione Unica per l’impresa al Registro delle Imprese competente, che permette di effettuare un unico adempimento per assolvere tutte le formalità necessarie la costituzione della società e, in particolare:
  • per richiedere l’attribuzione del codice fiscale o partita Iva all’Agenzia delle Entrate;
  • per iscrivere e modificare l’impresa nel Registro delle Imprese;
  • per assolvere gli adempimenti Inps ai fini previdenziali;
  • per assolvere gli adempimenti Inail ai fini assicurativi.

vota  

DISCUSSIONI ARCHIVIATE

Andrea

08/05/2012 14:40:02

Salve...
È obbligatorio inserire il nome del socio accomandatario nella denominazione della società??
Ad esempio: "Nome società s.a.s. di Mario Rossi".
Ho notato diverse società s.a.s. che sono sprovviste del nome dell'accomandatario, moltissimi sono esercenti pubblici, i bar, basta leggere lo scontrino fiscale..
Grazie..

ADZ MORISON

08/05/2012 14:46:29

L'art. 2314 cod. civ. , ripropone, con i debiti adattamenti, la regola dettata dall'art. 2292 cod. civ. in materia di società in nome collettivo, secondo la quale la ragione sociale deve contenere il nome quantomeno di un socio illimitatamente responsabile. La norma prescrive infatti che la società agisca sotto una ragione sociale contenente almeno il nome di uno dei soci accomandatari. La disposizione protegge l'affidamento dei terzi che vengono in contatto con la società, ai quali deve essere reso noto almeno un nominativo di coloro contro cui possono agire per ottenere l'adempimento delle obbligazioni contratte in nome e per conto della società

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c