Consulenza o Preventivo Gratuito
Domande & risposte

Mia moglie ha chiesto la separazione con l’affidamento della figlia e vuole la casa coniugale che non è intestata a me, ma risulta ancora di proprietà di mia madre. Ha diritto a rimanere in quella casa?

vota  


Sì, se la figlia minore (o maggiorenne ma non ancora autosufficiente) verrà affidata a lei. E’ l’orientamento predominante della Cassazione che, con la sentenza n. 13603/04 emessa a SSUU, ha ritenuto di salvaguardare su tutto il diritto dei figli a continuare a vivere nella casa in cui sono cresciuti ed hanno sviluppato i propri affetti. In caso di separazione, il diritto di proprietà dei nonni che – come in questo caso - abbiano concesso in comodato precario l’abitazione ai coniugi viene considerato secondario. Nel 2010 una Sezione della Cassazione ha tentato di invertire le priorità (più tutela per il diritto di proprietà del comodante), stabilendo che in caso di separazione dei coniugi il comodante ha facoltà di pretendere in restituzione la casa senza formalità e nonostante essa sia stata assegnata al genitore affidatario di figli minori. Ma già un mese dopo, la Corte è tornata su suoi passi, riallineandosi al principio espresso dalle SSUU cui, ad oggi, si fa sostanziale riferimento.


sidebar domande e risposte