Consulenza o Preventivo Gratuito

Tassa sui cani non sterilizzati: proposta di emendamento

del 17/11/2016
di: Redazione
Tassa sui cani non sterilizzati: proposta di emendamento

Istituire una tassa per i possessori di cani non sterilizzati: questo l’emendamento alla Legge di Bilancio proposto dal deputato Pd Michele Anzaldi che ha superato l’esame di ammissibilità.

Lo scopo dell’emendamento è duplice, contrastare il randagismo e sostenere le casse dello Stato per affrontare le spese di gestione dei canili. In Italia ci sono circa 750mila cani randagi, migliaia sono ospitati nei canili comunali e un singolo cane costa dai 3 agli 8 euro al giorno per un totale di 1.000-3.000 euro all’anno per un solo cane. A queste si aggiungono sia le spese straordinarie – SSN per anagrafe, sterilizzazioni, profilassi, farmaci, visite, test e cure di malattie, antiparassitari – sia la gestione e retribuzione del personale.

Dalla tassa ai proprietari di cani non sterilizzati sono esclusi coloro che sterilizzano l’animale e alcune categorie particolari: i cani di proprietà di allevatori professionali, quelli esclusivamente adibiti alla guida dei ciechi e alla custodia degli edifici rurali e del gregge, i cani addestrati per essere al servizio dell’Esercito e quelli di pubblica sicurezza. Ogni singolo Comune può individuare altri cani appartenenti a categorie sociali da escludere dalla tassa.

Con questa proposta si vorrebbe incentivare la sterilizzazione dei cani e contrastare il randagismo, ma sono già emerse alcune criticità. C’è chi sostiene che la tassa sui cani non sterilizzati è inutile se la maggior parte di questi sono i cani di pastori, allevatori e altre categorie operanti lontano dai centri urbani, le stesse categorie escluse dall’emendamento.

Ricordiamo che per il momento l’emendamento per tassare i cani non sterilizzati ha superato l’esame di ammissibilità ma resta una proposta fino all’approvazione definitiva da parte del Parlamento. 

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Codice del diritto animale, il primo in Italia

del 31/07/2017

Nasce il Codice di diritto animale che per la prima volta in Italia raccoglie norme, regolamenti, ca...