Consulenza o Preventivo Gratuito

Credit crunch, si moltiplicano i canali paralleli

del 09/03/2016
di: Redazione
Credit crunch, si moltiplicano i canali paralleli

Dopo una fine di 2015 all’insegna dell’ottimismo, in cui sembrava che i prestiti a famiglie e imprese potessero ritornare verso la normalità, a gennaio un rapporto dell’Abi ha gelato qualsiasi speranza: i crediti concessi dalle banche sono calati dello 0,5% rispetto allo stesso mese del 2015, riproponendo con forza il problema del credit crunch.

 

Gli istituti di credito, d’altronde, tornati nel mirino dei mercati finanziari con il nuovo anno e concentrati sul recepimento della direttiva del bail-in, hanno deciso di mantenere un atteggiamento prudente nonostante l’aumento del pil dello 0,7% su base annua. A famiglie e imprese non rimane che cercare canali paralleli per reperire liquidità. Uno strumento scelto con particolare frequenza è quello del minibond, che ha tra l’altro indiscutibili vantaggi come la detassazione fino al 30% degli interessi passivi. Negli ultimi tre mesi sono stati 19 i soggetti che hanno messo questi titoli, portando il complessivo a 155 aziende per un controvalore di 5,6 miliardi di euro.

 

Un altro prodotto che sta funzionando nell’ultimo periodo è il factoring, ovvero un contratto in cui una società specializzata fornisce servizi di amministrazione, gestione e finanziamenti – sotto forma di anticipazione dei crediti non ancora scaduti – a un’azienda. Un ultimo sistema alternativo di finanziamento, che non sta decollando come in altre parti del mondo, è il social lending, ovvero il prestito tra privati.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Operativo il finanziamento casa di Cassa depositi

del 05/03/2014

In vigore da oggi il plafond casa. Grazie a un'accordo siglato con Cassa depositi e prestiti, sarà...

Mutui sospensione in corso...

del 01/04/2015

Lo stand buy dei mutui non sarà a costo zero: le imprese dovranno fare i conti con il ricalcolo degl...

Nuovi bonus mobili per gli under 35

del 19/04/2016

Una buona notizia per i giovani under 35: sono stati annunciati e ampliati i nuovi bonus mobili. L’a...