Consulenza o Preventivo Gratuito

Fallimenti imprese, arriva il voucher “Common”

del 01/02/2016
di: Redazione
Fallimenti imprese, arriva il voucher “Common”

Un nuovo strumento per arginare gli effetti devastanti delle imprese che falliscono: si tratta di un voucher, cosiddetto “Common”, che i soggetti creditori di imprese fallite potranno utilizzare per acquistare beni di altre aziende chiuse.

La situazione delle aziende in Italia sta lentamente migliorando: come testimoniato da uno studio di Unioncamere, il numero di fallimenti nel 2015 è diminuito del 4,8%. Ma la situazione non è per nulla risolta, tanto che vi sono almeno 200 miliardi di crediti incagliati, di cui 78 generati negli ultimi cinque anni. Per questo il ministero della Giustizia ha varato il progetto Common, una borsa in cui vengono inseriti i beni delle imprese fallite.

 

Chiunque detenga un credito nei confronti di queste aziende, riceverà un voucher, il “Common” appunto, che gli consentirà di acquisire beni da altre società fallite. Un esempio: un industriale che debba acquistare un macchinario e che vanti un credito verso un’impresa fallita, potrà utilizzare il voucher per comprare quello strumento da un’altra impresa, anch’essa fallita. L’idea è stata pensata anche, se non soprattutto, per lo Stato, che è di gran lunga il maggior creditore di queste società fallite: la speranza è di poter acquisire immobili da destinare all’housing sociale.Un nuovo strumento per arginare gli effetti devastanti delle imprese che falliscono: si tratta di un voucher, cosiddetto “Common”, che i soggetti creditori di imprese fallite potranno utilizzare per acquistare beni di altre aziende chiuse.

La situazione delle aziende in Italia sta lentamente migliorando: come testimoniato da uno studio di Unioncamere, il numero di fallimenti nel 2015 è diminuito del 4,8%. Ma la situazione non è per nulla risolta, tanto che vi sono almeno 200 miliardi di crediti incagliati, di cui 78 generati negli ultimi cinque anni. Per questo il ministero della Giustizia ha varato il progetto Common, una borsa in cui vengono inseriti i beni delle imprese fallite.

 

Chiunque detenga un credito nei confronti di queste aziende, riceverà un voucher, il “Common” appunto, che gli consentirà di acquisire beni da altre società fallite. Un esempio: un industriale che debba acquistare un macchinario e che vanti un credito verso un’impresa fallita, potrà utilizzare il voucher per comprare quello strumento da un’altra impresa, anch’essa fallita. L’idea è stata pensata anche, se non soprattutto, per lo Stato, che è di gran lunga il maggior creditore di queste società fallite: la speranza è di poter acquisire immobili da destinare all’housing sociale

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Facilitata l'erogazione di aiuti alle aziende agricole

del 24/01/2013

Esenzione dal greening dei pagamenti diretti delle aziende di dimensioni inferiori a dieci ettari e...

Polizze agricole assicurative a largo raggio

del 25/01/2013

Via libera al piano assicurativo agricolo 2013. Ad approvarlo, ieri, la Conferenza stato-regioni, ch...

Imprese verdi, ecco pronti fondi per 460 milioni

del 26/01/2013

Diventa operativo un nuovo canale di finanziamento a tasso agevolato a sostegno delle imprese che op...