Consulenza o Preventivo Gratuito

legge 104, le scuole devono dire i fruitori, troppi.

del 13/01/2015
di: la redazione
legge 104, le scuole devono dire i fruitori, troppi.
Il Miur vuole acquisire entro gennaio i dati relativi alla fruizione della legge 104 nelle scuole. A comunicare i dati relativi ai permessi fruiti dai dipendenti precari e di ruolo nelle scuole previsti dalla legge 104/92 devono essere le scuole ed entro il termine del 24 gennaio 2015. Davide Faraone, sottosegretario all’istruzione, afferma che la legge in questione è uno strumento di democrazia e che capita - da notare la stranezza - che l'1/3 del personale scolastico fruisca della 104! I numeri che provengono dalla provincia di Agrigento, precisa il sottosegretario, sono allarmanti, nel senso che 70 su 170 tra insegnanti e personale Ata sono beneficiari della legge. Nella scuola, prosegue il sottosegretario, si tratta di una calamità innaturale. A brevissimo dunque sarà emessa una circolare ministeriale che prevede i nuovi direttori regionali farsi parte attiva per sapere dagli istituti tipologia di permesso utilizzato dal dipendente, numero di ore e giorni utilizzati, il comune di residenza dell’assistito e il grado di parentela nel caso di assistenza a terzi. Il fine è l’evidenza degli elementi sospetti sul territorio. Afferma in conclusione il quotidiano che non è escluso che il corretto adempimento degli obblighi che fanno capo alle singole scuole diventi un ulteriore elemento della valutazione anche dei dirigenti scolastici.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Cambio di domicilio per la visita tramite e-mail

del 24/01/2013

Il lavoratore può comunicare anche per e-mail o per fax il cambio d'indirizzo per la visita fiscale...

La confisca antimafia si applica anche all'evasione

del 01/02/2013

La confisca prevista dal Codice antimafia si applica anche al patrimonio accumulato grazie all'evasi...

L'antiriciclaggio alza il tiro e coinvolge l'evasione

del 06/02/2013

Il contrasto al riciclaggio Ue stringe anche sull'evasione fiscale. Nella nuova direttiva antiricicl...