Consulenza o Preventivo Gratuito

Incidente: l'ammenda rende esenti dall'arresto

del 26/04/2013
di: di Stefano Manzelli
Incidente: l'ammenda rende esenti dall'arresto
Non scattano le manette ai polsi del conducente che dopo aver provocato un grave incidente stradale con feriti scappa per poi costituirsi spontaneamente dopo poco dai carabinieri. Lo ha chiarito la Corte di cassazione, sez. IV pen. con la sentenza n. 12956 del 20 marzo 2013. Un automobilista negligente ha violato il codice stradale provocando un violento sinistro con lesioni a un pedone senza fermarsi per prestare soccorso e attendere la polizia. Dopo circa un'ora il pirata si è costituito spontaneamente alla locale stazione dei carabinieri dove però sono scattate le manette in conseguenza della grave omissione. Il giorno successivo il Gip ha rigettato la richiesta di convalida dell'arresto in flagranza e contro questa determinazione la procura ha proposto ricorso in Cassazione, ma senza successo. L'art. 189/8-bis del codice stradale, specifica la sentenza, non consente l'arresto del pirata pentito. Mettersi spontaneamente e tempestivamente a disposizione degli organi di polizia impedisce quindi l'applicazione dell'arresto dell'utente negligente.

© Riproduzione riservata

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Impugnazione multe: l'appello con rito ordinario

del 07/02/2013

Rito ordinario per l'appello contro le sentenze del giudice di pace sulle multe. L'impugnazione si p...

Assicurazioni auto, 15 giorni di tolleranza per pagare

del 20/02/2013

Chi viene pizzicato con l'assicurazione appena scaduta non incorrerà più in misure punitive. Per leg...

Vittime della strada: danno biologico standard

del 04/04/2013

Oltre 222 mila euro al 35enne che a causa di un incidente stradale riporti un'invalidità del 50%. Pr...