Consulenza o Preventivo Gratuito

In arrivo rimborsi Iva imprese con dote da 1,2 mld

del 20/03/2013
di: di Giovanni Galli
In arrivo rimborsi Iva imprese con dote da 1,2 mld
In arrivo rimborsi Iva per complessivi 1,2 miliardi di euro a favore di 4.300 imprese. Lo ha reso noto l'Agenzia delle entrate con un comunicato stampa diffuso ieri. L'Agenzia sottolinea che, dopo questa «nuova iniezione di liquidità» da parte del ministero dell'economia, la somma complessiva rimborsata nei primi mesi del 2013 raggiungerà la cifra di 2,5 miliardi. Non è dato però sapere quanto questa cifra sia vicina (o forse lontana) dallo stock dei crediti Iva complessivamente vantati dalle imprese per l'anno corrente e per il passato. Crediti che vanno peraltro a incrementare l'enorme massa dei debiti, tributari e commerciali, della pubblica amministrazione nei confronti dei cittadini e dei contribuenti, un problema nel problema della feroce crisi economico-finanziaria di alcuni paesi dell'area euro, fra i quali purtroppo il nostro. Proprio in questi giorni sta prendendo corpo la prospettiva del «via libera» comunitario al pagamento in deroga ai vincoli di bilancio. In caso di disco verde dall'Ue, una delle ipotesi in circolazione, per la verità, non da ora, è quella di pagare i creditori con titoli del debito pubblico. Si tratta, però, di un'ipotesi scarsamente praticabile per quanto riguarda i crediti Iva: si deve ricordare che la Corte di giustizia, in passato, ebbe già modo di censurare l'Italia che aveva liquidato i rimborsi Iva con titoli di stato a lunga scadenza, ritenendo violato il principio di neutralità dell'imposta per i soggetti passivi. Nella dinamica dell'Iva, infatti, per garantire la piena neutralità dell'imposta, è indispensabile che l'erario proceda sollecitamente al rimborso delle eccedenze a credito, perché in caso contrario l'imposta anticipata ai fornitori può diventare un onere finanziario per il contribuente che non sia in grado, per ragioni legate alla disciplina del tributo (effettuazione di operazioni con l'estero non imponibili, applicazione in vendita di aliquote più basse di quelle pagate sugli acquisti, spese d'investimento ecc.), di recuperarla attraverso il diritto alla detrazione.

Tornando al comunicato dell'Agenzia delle entrate, la buona notizia per le 4.300 imprese destinatarie del miliardo e rotti euro di rimborsi in arrivo dovrebbe essere contestualizzata in rapporto alle dimensioni globali del fenomeno, che però, come si diceva, non si conoscono. Quanti sono, allo stato attuale, i contribuenti creditori in lista di attesa di un rimborso Iva? Da quanto tempo aspettano? Qual è la sofferenza complessiva di imprese e professionisti? Questi numeri sono ignoti.

A giudicare però da quello che sembra l'unico dato ufficiale facilmente reperibile, vale a dire le statistiche elaborate dal ministero dell'economia sulle dichiarazioni Iva presentate dai contribuenti nell'anno 2011 per l'anno solare precedente, si può immaginare che le cifre in ballo non siano proprio trascurabili. I dati del ministero, infatti, rivelano che per l'anno d'imposta 2010 sono stati chiesti rimborsi Iva, fra annuali e infrannuali, per complessivi 6.921 milioni di euro. Moltiplicando arbitrariamente questa cifra per 3, si arriverebbe ad un totale superiore a 20 miliardi nel triennio 2010-2012. Dal comunicato stampa dell'Agenzia delle entrate di ieri e da quello del 4 maggio 2012 risultano stanziamenti/rimborsi per 8,3 miliardi, erogati però nei primi mesi degli anni in riferimento; non si conoscono, invece, i saldi, ma è difficile pensare, date le ristrettezze di bilancio e l'assenza di comunicazioni integrative, che si possano avvicinare alla cifra complessiva ipotizzata sopra. Alla quale occorre comunque aggiungere i crediti richiesti negli anni precedenti e non ancora erogati.

© Riproduzione riservata

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Facilitata l'erogazione di aiuti alle aziende agricole

del 24/01/2013

Esenzione dal greening dei pagamenti diretti delle aziende di dimensioni inferiori a dieci ettari e...

Polizze agricole assicurative a largo raggio

del 25/01/2013

Via libera al piano assicurativo agricolo 2013. Ad approvarlo, ieri, la Conferenza stato-regioni, ch...

Imprese verdi, ecco pronti fondi per 460 milioni

del 26/01/2013

Diventa operativo un nuovo canale di finanziamento a tasso agevolato a sostegno delle imprese che op...