Consulenza o Preventivo Gratuito

Ampliamento platea per lo scudo del regime premiale

del 21/02/2013
di: di Andrea Bongi
Ampliamento platea per lo scudo del regime premiale
Allargamento del regime premiale degli studi di settore da valutare con estrema attenzione quale scudo protettivo dal nuovo redditometro. L'ampliamento delle categorie economiche di contribuenti che potranno accedere ai benefici del regime di favore introdotto dall'articolo 10 del dl 201/2011 ai soggetti congrui, coerenti e fedeli agli studi di settore, dovrà infatti essere valutato favorevolmente proprio in relazione alla maggior franchigia da accertamento sintetico offerta dallo stesso in misura pari al 33% anziché l'ordinario 20%. Come anticipato su ItaliaOggi di ieri nella prossima seduta della commissione degli esperti convocata presso la SoSe per il 27 febbraio prossimo, il primo argomento all'ordine del giorno sarà proprio l'analisi di nuovi indicatori di coerenza economica utili ai fini dell'accesso al suddetto regime premiale.

Tutto lascia dunque presagire che per il periodo d'imposta 2012 la platea degli studi di settore ammessi ai benefici del regime premiale sia ben più ampio di quello del 2011, primo anno di applicazione del regime stesso.

L'ampliamento degli studi di settore rispetto ai 55 dello scorso anno consentirebbe ad una più vasta platea di imprenditori e lavoratori autonomi di valutare con attenzione la possibilità di centrare tutti e tre gli obiettivi per l'accesso al regime premiale (congruità, coerenza e fedeltà) proprio per ottenere una maggior protezione dall'accertamento sintetico che costituisce in effetti il beneficio più concreto del regime.

L'incalzare dell'accertamento sintetico e le preoccupazioni che ruotano attorno alla potenza di fuoco del nuovo strumento del fisco, potrebbero infatti convincere più di un contribuente della necessità di adeguare i propri comportamenti nei confronti del modello dati degli studi di settore e dei responsi di Gerico, proprio per costituirsi una sorta di autodifesa dal redditometro.

Gli altri due benefici concessi dal regime premiale degli studi di settore introdotto dal citato dl 201/2011, sono in effetti da considerare di minor appeal. Si tratta della riduzione di un anno dei termini di accertamento per le dirette e per l'Iva e la preclusione da accertamenti basati su presunzioni semplici.

Oltre all'ampliamento della platea degli studi di settore ammissibili ai benefici del suddetto regime premiale sarebbe auspicabile anche non ripetere alcuni degli errori che in sede di prima applicazione dello stesso ne hanno limitato la diffusione e la percezione presso i contribuenti. In primo luogo è necessario che siano ammessi ai benefici del regime non solo le attività imprenditoriali, come avvenuto per il periodo d'imposta 2011, ma anche gli esercenti arti e professioni soggette a studi di settore. In secondo luogo è necessario che l'ampliamento del novero degli studi di settore ai quali si rende applicabile il regime premiale sia reso noto il prima possibile e non, come avvenuto lo scorso anno, soltanto il 12 luglio quando ormai la stagione dei dichiarativi era quasi al termine. Solo se i contribuenti avranno un sufficiente spazio temporale utile a loro disposizione potranno effettuare valutazioni e calcoli di convenienza in merito alle opportunità offerte dal regime premiale decidendo magari di adeguare i loro ricavi e compensi a quelli richiesti dal software Gerico proprio e soprattutto per ottenere i benefici del suddetto regime.

Se anche quest'anno la platea degli studi ammessi al regime verrà resa nota fuori tempo massimo è difficile pensare che la norma premiale possa convincere qualcuno a modificare i suoi comportamenti dichiarativi.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Detassazione 2013: sconti fiscali alla flessibilità

del 24/01/2013

Produttività fa rima con flessibilità. Almeno ai fini dell'applicazione della detassazione per l'ann...

Nuovo modello unico: superminimi, quadro ad hoc

del 02/02/2013

Un quadro ad hoc per i superminimi. Deduzioni Irap non più forfettarie ma analitiche sul lavoro dipe...

Disabili, sgravi applicati anche sull'anticipo

del 02/02/2013

Lo sgravio totale dei premi per l'inserimento dei disabili si applica sia al saldo 2012 che alla rat...