Consulenza o Preventivo Gratuito

Un aiuto economico destinato alle aziende in crisi

del 05/02/2013
di: di Giorgio Tamaro direttore Fapi
Un aiuto economico destinato alle aziende in crisi
Il Fapi, Fondo formazione pmi costituito da Confapi, Cgil, Cisl e Uil, ha approvato lo stanziamento di 4,5 milioni di euro per il finanziamento di piani formativi destinati al finanziamento di:

  • aziende in crisi. Con questo intervento il Fapi si propone di supportare le imprese e i lavoratori finanziando interventi formativi straordinari per rispondere con efficacia e tempestività alle situazioni di crisi aziendale per l'aggiornamento e lo sviluppo delle competenze a sostegno della ripresa, della competitività e dell'occupazione mettendo a disposizione sino a 60 mila euro per singola impresa;

  • aziende neoaderenti al Fondo. Con questo intervento il Fapi si propone di offrire immediato accesso alla formazione delle imprese di recente adesione al fondo per lo sviluppo delle competenze a sostegno della competitività e dell'occupazione, mettendo a disposizione sino a 4 mila euro per singola impresa a prescindere dalle somme dalla stessa versate al Fapi;

  • aziende che hanno in corso innovazione di prodotto e/o di processo. Con questo intervento il Fapi si propone di sostenere processi di innovazione tecnologica, di prodotto e di processo, attraverso lo sviluppo delle competenze dei lavoratori. Tale linea è mirata a favorire l'immediato accesso alla formazione alle imprese che dimostrino l'adozione e lo sviluppo nel proprio sistema aziendale di processi di innovazione tecnologica, di processo e di prodotto mettendo a disposizione fino a 5 mila euro per singola impresa;

  • reti di impresa: con questo intervento il Fapi intende supportare le reti fra imprese aderenti al Fapi che danno luogo a percorsi formativi finalizzati al perseguimento di obiettivi comuni della rete per sostenerne la competitività. Il Fapi interviene in quest'ambito mettendo a disposizione fino a 60 mila euro per singolo progetto formativo presentato dalla rete

    Le domande di finanziamento potranno essere presentate al fondo a partire dal mese di febbraio e saranno valutate prevalentemente con procedura a sportello in modo tale da ridurre al minimo il tempo di risposta alle imprese beneficiarie. Questi interventi prevedono anche procedure innovative di presentazione e gestione al fine di ridurre al minimo gli adempimenti burocratici relativi all'accesso ai finanziamenti

    Come offerta formativa per il 2013 il Fapi ha stanziato ulteriori 17.000.000,00 di euro per il finanziamento di piani e progetti formativi presentati da aziende aderenti al Fondo che verranno messi a disposizione nell'ambito di specifici avvisi di prossima uscita che oltre a finanziare la formazione così detta generalista finanzierà anche specifici interventi formativi rivolti alla sicurezza, innovazione, situazioni di crisi aziendale e altri temi in corso di definizione. Tali avvisi porteranno con se notevoli innovazioni volte a semplificare le procedure di accesso e di gestione delle risorse che molte volte rappresentano un fattore critico per l'impresa già oberata da innumerevoli adempimenti.

    Con questo piano di interventi il Fapi ritiene di poter rappresentare un valido strumento di supporto alle imprese ed ai lavoratori impegnati in questo difficile processo di riconversione ed ammodernamento accelerato da un contesto di crisi internazionale.

  • vota  
    SULLO STESSO ARGOMENTO
    Facilitata l'erogazione di aiuti alle aziende agricole

    del 24/01/2013

    Esenzione dal greening dei pagamenti diretti delle aziende di dimensioni inferiori a dieci ettari e...

    Polizze agricole assicurative a largo raggio

    del 25/01/2013

    Via libera al piano assicurativo agricolo 2013. Ad approvarlo, ieri, la Conferenza stato-regioni, ch...

    Imprese verdi, ecco pronti fondi per 460 milioni

    del 26/01/2013

    Diventa operativo un nuovo canale di finanziamento a tasso agevolato a sostegno delle imprese che op...