Consulenza o Preventivo Gratuito

L'eccellenza come cura alla crisi

del 20/10/2011

L'eccellenza come cura alla crisi
Che il momento economico italiano e internazionale anche per i professionisti non sia tra i migliori non facciamo fatica a ripetercelo.
Tuttavia concentrarsi sul problema serve a poco, meglio invece focalizzarsi sulle soluzioni e convogliare in tal senso le energie.
Proprio in questi momenti in cui la concorrenza nel mondo professionale è altissima, visti i numeri che ogni anno concorrono ad ingrossare le fila di avvocati, commercialisti e consulenti del lavoro - solo per citarne alcuni - e le professioni stanno affrontando profondi cambiamenti anche culturali, l'eccellenza è l'elemento che può fare la differenza nel mercato professionale.
Alto livello di specializzazione, efficienza nei servizi, cura del cliente, innovazione dei servizi sono elementi di cui lo studio professionale deve necessariamente dotarsi per emergere e distinguersi nel frastagliato mondo delle professioni legali ed economiche.
E proprio parlando di eccellenza abbiamo incontrato gli avvocati Luca Failla e Francesco Rotondi fondatori dello Studio Legale Lablaw, che ha visto luce nel gennaio 2006 a Milano e oggi con sedi anche a Roma, Padova e, ultima nata, Pescara.
In pochi anni lo Studio Lablaw è diventato una tra le più importanti realtà italiane e internazionali specializzata in diritto del lavoro con numerosi premi internazionali al proprio attivo.
Lo Studio svolge attività di advisory per importanti aziende italiane ed estere nelle aree del diritto del lavoro oltre a seguire top manager in trattative complesse inerenti sia alle formalizzazioni che alle cessazioni dei rapporti di lavoro.
Attualmente lo Studio ha oltre 40 Avvocati di cui 11 Soci. Nel corso del 2011 Lablaw ha anche consolidato il proprio riconoscimento a livello internazionale, costituendo a inizio anno unitamente a cinque dei più importanti studi legali nel mondo specializzati nel settore del diritto del lavoro, la Global Employment and Labor Law Alliance (L&E Global).
Una Alliance internazionale composta da oltre 1.000 avvocati che offre assistenza giuslavoristica internazionale alle aziende in ogni paese del mondo.
Lo Studio, a dimostrazione della forte espansione, ha aperto in questi giorni una sede a Pescara guidata dall’Avvocato Andrea Bonanni Caione in qualità di Managing Partner della nuova sede.
Classe 1972, l’Avvocato Bonanni Caione da sempre associa alla pratica forense lo studio postuniversitario, collaborando stabilmente con prestigiose cattedre di diritto civile. Negli anni, inoltre, Andrea Bonanni Caione, insieme a Sandro Lamparelli, ha creato un importante portafoglio clienti e una solida rete di relazioni e sinergie, sia con professionisti locali che con le più affermate realtà imprenditoriali e categoriali di Pescara e provincia.
Con l’Avv. Bonanni Caione entra a far parte del team di Lablaw anche l’Avv. Donatella Di Felice con la carica di Associate.
Con questa apertura – ha commentato Francesco Rotondi, socio fondatore di Lablaw – estendiamo il nostro presidio anche in Centro-Sud Italia, un territorio caratterizzato da realtà imprenditoriali particolarmente interessanti, prevalentemente del comparto metalmeccanico, alimentare, manifatturiero e calzaturiero, impreziosito dalla presenza di numerose multinazionali che hanno in questa zona i propri stabilimenti operativi”.
Con l’apertura della sede di Pescara e di Padova, dopo quella di Milano e di Roma – dichiara Luca Failla, l’altro socio fondatore dello Studio - LabLaw si conferma definitivamente quale unico studio lavoristico in Italia ad avere una presenza capillare sul territorio. Sempre più vicino alle esigenze delle imprese, Lablaw è in grado di offrire risposte veloci e di alta qualità, adeguate alla risoluzione dei problemi”.
Non male, dunque, per un periodo di crisi dove il trend pare essere diametralmente opposto. Segno che l'eccellenza paga sempre, soprattutto nei momenti più difficili.

a cura della redazione di Professionisti.it
vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c