Consulenza o Preventivo Gratuito

Danno da buca stradale

del 02/01/2014

Diciamo la verità, la condizione di manutenzione delle strade e e dei marciapiedi italiani, non è in linea con gli standards di un Paese civile e moderno.

E, difatti, la ricorrenza di questi infortuni ha fatto si che intorno a questa tipologia di danni derivanti, alcuni hanno creato un vero e proprio business, anche se a volte poco chiaro o,addirittura penalmente illecito.

Sono così frequenti che la giurisprudenza di merito e di legittimità hanno avuto modo di ricostruire prima e perfezionare poi, la fattispecie giuridica.

Negli ultimi anni era divenuto particolarmente agevole ottenere un risarcimento danni da parte dell'ente gestore della strada, in quanto che sullo stesso gravammo processualmente oneri probatori molto pesanti.

Nel tempo tale responsabilità e' stata temperata ed oggi, facendo leva sulla responsabilità del danneggiato e del suo concorso nella verificazione del danno, si delinea il concetto della "Comparative neglicence".

Così se da un lato l'ente gestore dovrà provare di aver adottato tutte le precauzioni possibili, avendo assolto, con efficace diligenza, gli oneri di organizzazione dell'attività di sorveglianza per garantire la sicurezza dell'uso della strada, ( come ad es. una adeguata indicazione di attenzione nel caso di dislivelli accentuati dalla pavimentazione, e dell'attività di manutenzione della stessa), dall'altra parte vengono introdotti oneri probatori anche per la persona danneggiata.

Dovrà quindi dimostrare di aver prestato la dovuta attenzione nell'uso della strada, nelle particolari condizioni di tempo in cui è accaduto l'infortunio, in applicazione del principio secondo cui la cosa intrinsecamente pericolosa assume tanto minore efficienza causale dell'evento quanto più il possibile pericolo è suscettibile di essere previsto e superato attraverso l'adozione delle normali cautele da parte dello stesso danneggiato.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Impiego pubblico: truffa chi timbra fuori sede senza autorizzazione

del 11/01/2011

In merito ai cartellini marcatempo la Cassazione conferma la sussistenza di un ingiusto profitto, a...

La Cassazione interviene escludendo l'ammissibilità della parte civile nei procedimenti a carico degli enti

Avv. Sabrina Galmarini del 06/04/2011

Il problema dell’ammissibilità della costituzione di parte civile nel procedimento a carico degli en...

Architetti: al via la piattaforma iM@teria

Consiglio Nazionale degli Architetti del 12/05/2011

Saranno mille pratiche presentate nello stesso giorno alla stessa ora in mille città a dare il via a...