Consulenza o Preventivo Gratuito

Condominio e impianti radio

del 27/05/2013

Condominio e impianti radio

La riforma condominiale, trattando delle opere su parti di proprietà o di uso individuale, crea l’art. 1122 bis del codice civile.

Il nuovo articolo dispone che presso l’immobile di proprietà e presso le parti comuni del condominio (destinate o meno all’uso individuale) il singolo condomino non può eseguire opere che possano arrecare danni alle parti comuni dell’immobile, pregiudizio alla sua stabilità o alla sua sicurezza oltre che lesione del suo decoro architettonico. In ogni caso è data preventiva notizia all’amministratore che ne riferisce all’assemblea.

Il nuovo articolo 1122 bis del codice civile rubricato “Impianti non centralizzati di ricezione radio televisiva e produzione di energia da fonti rinnovabili”, in vigore dal giorno 18 giugno 2013 unitamente a tutti gli articoli riguardanti il condominio in funzione della L. 11.12.2012 n. 220.

E’ disposto che le installazioni di impianti non centralizzati - radio e TV - oltre che qualsiasi flusso informativo  (chiaramente anche i correlati collegamenti) devono essere effettuati creando il “minor pregiudizio” alle parti comuni dello stabile e non devono in alcun modo andare a ledere il decoro architettonico dell’immobile; stabilisce un potere assembleare in materia di impianti di energia da fonti rinnovabili, da esercitare con la maggioranza di cui al quinto comma dell’art. 1136 del codice civile: il potere di prescrivere “adeguate modalità alternative di esecuzione o imporre cautele a salvaguardia della stabilità, della sicurezza o del decoro architettonico dell’edificio e, ai fini dell’installazione degli impianti di cui al secondo comma, provvede, a richiesta degli interessati, a ripartire l’uso del lastrico solare e delle altre superfici comuni, salvaguardando le diverse forme di utilizzo previste dal regolamento di condominio …” .

L’assemblea ha la possibilità di subordinare le opere ad “idonea garanzia” per danni.

All’ultimo comma infine viene disposto che l’accesso alle unità di proprietà deve essere consentito sia per la progettazione che per l’esecuzione dei lavori.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati