Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Pec: Posta Elettronica Certificata

del 08/04/2013
CHE COS'È?

Pec Posta Elettronica Certificata: definizione

La Posta Elettronica Certificata (PEC) è il sistema che consente di inviare e-mail con valore legale al pari di una raccomandata con ricevuta di ritorno, come stabilito dalla vigente normativa (DPR 11 Febbraio 2005 n.68).
Dal punto di vista dell'utente, una casella di posta elettronica certificata non si differenzia da una casella di posta normale; quello che cambia è il meccanismo di comunicazione sul quale si basa la PEC e sulla presenza di alcune ricevute inviate dai gestori PEC al mittente e al destinatario relativamente alla consegna e al ricevimento della stessa.
Si precisa che la normativa italiana richiede che un'azienda, per diventare gestore del servizio PEC, debba superare un'apposita procedura di accreditamento. Il servizio può infatti essere erogato esclusivamente dai gestori accreditati presso il CNIPA (Centro nazionale per l'informatica nella pubblica amministrazione), che è l’organo pubblico preposto al controllo della posta elettronica certificata. Un soggetto per diventare gestore PEC deve presentare domanda al CNIPA e rispettare precisi vincoli tecnici e organizzativi. È il CNIPA inoltre a stabilire quali gestori possono fornire la posta elettronica certificata e per attivare la propria casella di posta certificata bisognerà rivolgersi proprio ad una di queste aziende. I prezzi variano a seconda dell'operatore e dei servizi offerti, come la capacità di memoria, i filtri antivirus e antispam.

COME SI FA
Il servizio PEC fornisce agli utenti la certezza a valore legale dell’invio e della consegna (o della mancata consegna) delle e-mail al destinatario. La PEC ha lo stesso valore legale della raccomandata con ricevuta di ritorno con attestazione dell'orario esatto di spedizione. Inoltre, il sistema di Posta Certificata, grazie ai protocolli di sicurezza utilizzati, è in grado di garantire la certezza del contenuto non rendendo possibili modifiche al messaggio, sia per quanto riguarda i contenuti che eventuali allegati.
I gestori inviano avvisi anche in caso di errore in una qualsiasi delle fasi del processo (accettazione, invio, consegna) in modo che non possano esserci dubbi sullo stato della spedizione di un messaggio. Nel caso in cui il mittente dovesse smarrire le ricevute, la traccia informatica delle operazioni svolte, conservata dal gestore per 30 mesi, consentirà la riproduzione, con lo stesso valore giuridico, delle ricevute stesse.
La Posta Elettronica Certificata, inizialmente obbligatoria dal 2010 solo per imprese (costituite in forma societaria), professionisti e Amministrazioni Pubbliche, diventa obbligatoria anche per le ditte individuali che si iscrivono al registro imprese a partire dal 21 ottobre 2012 (successivamente alla data di entrata in vigore del D.l. 179/2012), e per quelle già iscritte alla predetta data, non soggette a procedure concorsuali. Le imprese individuali che alla data del 20/10/2012 erano già iscritte al Registro Imprese devono comunicare entro il 31/12/2013 il proprio indirizzo PEC, mediante apposita pratica telematica. La pratica telematica di comunicazione dell'indirizzo PEC è esente dal pagamento di diritti di segreteria e imposta di bollo.
La Pec è utile a tutti coloro che hanno l'esigenza di inviare e ricevere messaggi o allegati in modo sicuro, con attestazione di invio e consegna. L'invio dei messaggi può avere costi inferiori a quello delle raccomandate, che cresce in funzione del numero di pagine e del peso del plico.
Oltre all’obbligatorietà per alcune categorie di utenti sopra citate, possono utilizzare ed ottenere la PEC anche:
-    privati che vogliono evitare spese e code per l'invio delle proprie raccomandate,
-    aziende che desiderano sostituire la posta cartacea per semplificare i rapporti con clienti e fornitori, oltre che per l’invio e la ricezione di ordini, contratti, fatture,
-    società ed enti per la convocazione di Consigli, Assemblee, Giunte, nonché per la gestione di gare di appalto,
-    privati ed aziende che devono inviare documenti alla Pubblica Amministrazione (accertamento tributario, etc.).

vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

INTERNET: VOCI CORRELATE

Firma Digitale

di Arch. Silvia Volpe del 29/05/2013

La firma digitale è l'equivalente informatico della firma autografa su carta e ne ha il medesimo val..

Localizzazione siti web

di del 15/06/2016

Quando si parla di localizzazione di siti web si fa riferimento all'insieme di procedure che devono ..