Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Relazione/dichiarazione di conformità barriere architettoniche

del 27/04/2016
CHE COS'È?

Relazione/dichiarazione di conformità barriere architettoniche: definizione

La relazione o dichiarazione di conformità per le barriere architettoniche è un documento necessario sia per gli edifici pubblici che per gli edifici privati. In particolare, nel caso di un'opera realizzata su un immobile pubblico o su un immobile privato aperto al pubblico c'è bisogno della dichiarazione di conformità alle disposizioni in vigore per l'eliminazione delle barriere architettoniche, mentre nel caso di un'opera realizzata su un immobile privato non aperto al pubblico c'è bisogno della dichiarazione di conformità alle disposizioni in vigore per l'accessibilità e il superamento delle barriere architettoniche.


COME SI FA

Come si redige una relazione o dichiarazione di conformità per le barriere architettoniche?

In sintesi, si sottoscrive un documento, denominato "Dichiarazione di conformità e relazione tecnica asseverata, di conformità alla normativa in materia di superamento delle barriere architettoniche), nel quale il progettista delle opere dichiara, attesta e assevera sotto la propria responsabilità che l'intervento edilizio riguardante uno specifico lavoro rispetta i requisiti di adattabilità, visitabilità e accessibilità, secondo quanto riportato sugli elaborati tecnici progettuali che vengono allegati al documento stesso. Quindi, nella relazione devono essere descritte tutte le soluzioni progettuali che sono state adottate per la rimozione delle barriere architettoniche: occorre segnalare quali materiali sono stati impiegati, quali sono gli accessi alle parti comuni dell'edificio, che tipo di accorgimenti strutturali e tecnici è stato messo in pratica, e così via. Bisogna specificare, inoltre, se è stato installato, per ogni scala principale, un ascensore raggiungibile con rampe senza gradini e se è stato realizzato un accesso ai piani senza gradini, o comunque possibile con dei mezzi di sollevamento ad hoc.


CHI
La relazione o dichiarazione di conformità per le barriere architettoniche deve essere redatta, asseverata e sottoscritta da un professionista abilitato.

FAQ

1. Che cosa si intende per barriere architettoniche?

Quando si parla di barriere architettoniche si fa riferimento a qualsiasi tipo di elemento costruttivo che renda difficoltoso, limiti o impedisca lo spostamento di una persona, o comunque ostacoli la fruizione di un certo servizio. Il concetto viene, in genere, associato alle persone portatrici di handicap e a coloro che devono fare i conti con una capacità sensoriale o motoria limitata, ma in realtà le barriere architettoniche possono costituire un ostacolo anche per gli anziani o le donne con un passeggino. Appare evidente, comunque, che un elemento può non essere una barriera architettonica per una persona ma può rivelarsi tale per un'altra: c'è bisogno, tuttavia, di parametri comuni che consentano al maggior numero di persone possibile di beneficiare della libertà di movimento, un diritto a cui non si può rinunciare. 

2. Qual è il riferimento normativo in proposito nel nostro Paese?

Il problema dell'accessibilità viene trattato in modo specifico dalla legge 13/1989, nella quale vengono precisati i termini per cui l'accessibilità deve essere assicurata ai diversi ambienti, e in particolare agli edifici aperti al pubblico. Con il decreto attuativo 236/1989, invece, si presta attenzione ai tre criteri - già menzionati in precedenza - di adattabilità, visitabilità e accessibilità. Con adattabilità si intende la possibilità di modificare, a costi limitati, lo spazio costruito, in modo tale che possa essere reso totalmente fruibile anche da chi ha capacità motorie limitate; la visitabilità, invece, corrisponde alla possibilità di accedere a un servizio igienico per ciascuna unità immobiliare e agli spazi di relazione. L'accessibilità, infine, consiste nella possibilità di raggiungere le diverse unità immobiliari di un edificio.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

BARRIERE ARCHITETTONICHE: VOCI CORRELATE

Accessibilità fabbricati

di Arch. Walter Caglio del 13/04/2011

Per Accessibilità si intende la possibilità, anche per persone con ridotta o impedita capacità motor..

Adattabilità fabbricati

di Arch. Walter Caglio del 13/04/2011

Per Adattabilità Fabbricati si intende la possibilità di modificare nel tempo lo spazio costruito a ..

Visitabilità fabbricati

di Arch. Fulvio Emilio Aliprandi del 07/09/2011

Per visitabilità di un alloggio si intende la sua condizione di permettere a persone di ridotta capa..

Progettazione senza barriere architettoniche

di Arch. Fulvio Emilio Aliprandi del 07/09/2011

Progettare un ambiente accessibile a chiunque significa prevedere quali debbano essere gli accorgime..

Barriere architettoniche

di Arch. Walter Caglio del 13/04/2011

Per Barriere Architettoniche si intendono: gli ostacoli fisici che sono fonte di disagio per la mobi..