Consulenza o Preventivo Gratuito

Favorite le badanti

del 20/01/2011
di: di Daniele Cirioli
Favorite le badanti
Corsia prioritaria all'ingresso di stranieri da occupare come domestici e, in particolare, da badanti. La ripartizione territoriale delle quote, infatti, verrà operata il 3 febbraio, in anticipo sul termine del 15 febbraio fissato per l'attribuzione definitiva degli ingressi. Lo stabilisce tra l'altro la nota n. 143, con cui il ministero del lavoro è intervenuto ieri a dettare le istruzioni operative per la ripartizione delle quote.

La nota spiega che, in una apposita riunione in merito all'applicazione del dpcm contenente i flussi di ingresso per il 2010 (sono 98.080 gli ingressi autorizzati di stranieri) con particolare riguardo alla ripartizione delle quote sul territorio, è stata condivisa l'esigenza di attivare la consultazione in sede locale, in modo da realizzare una gestione coordinata del monitoraggio e della programmazione dei flussi. A tal fine, le direzioni regionali del lavoro sono state chiamate a sensibilizzare le rispettive direzioni provinciali, nonché le istituzioni e le parti sociali del territorio di riferimento.

Quest'anno, diversamente dal passato, i ministeri dell'interno e del lavoro hanno stabilito di non procedere all'attribuzione territoriale delle quote in anticipo rispetto all'epoca di presentazione delle relative istanze, ma di operare la ripartizione sulla base dei dati relativi all'esito della presentazione delle richieste di nulla osta alle date stabilite, che sono tre: 31 gennaio, 2 e 3 febbraio. A tal fine, si legge nella nota, andranno seguite le seguenti modalità di lavoro. In primo luogo, ci sarà l'invio agli uffici territoriali dei dati relativi alle richieste presentate e trasmesse in via telematica, non appena saranno pervenute al ministero dell'interno, distinti per provincia, nazionalità privilegiate e settore domestico; ciò dovrebbe accadere la prima settimana di febbraio. Quindi, seguirà lo svolgimento della consultazione, a livello regionale e provinciale, con le istituzioni e parti sociali e a conclusione la comunicazione al ministero del lavoro (politicheimmigrazione@lavoro.gov.it) delle indicazioni riscontrate, entro l'11 febbraio. Infine, dovrebbe seguire l'attribuzione a livello provinciale (alle dpl tramite il Silen) della prima tranche di quote per le comunità privilegiate e per l'assistenza familiare entro il 15 febbraio. Con riferimento a quest'ultima tipologia di quota, precisa tuttavia il ministero, al fine di assicurare l'immediata operatività degli Sportelli unici a seguito delle domande ricevute, il ministero del lavoro provvederà già il 3 febbraio ad attribuire una prima quota territoriale minima per l'assistenza familiare, ferma restando l'attribuzione definitiva delle residue quote entro il 15 febbraio. Infine, per quanto riguarda le conversioni dei permessi di soggiorno per studio, lavoro stagionale e soggiorno Ce di lungo periodo in permessi di soggiorno per lavoro subordinato, sia per lavoratori formati nei paesi di origine che per quelli di origine italiana, il ministero ribadisce che le quote saranno mantenute nella graduatoria nazionale e non verranno ripartite a livello territoriale.

vota