Consulenza o Preventivo Gratuito

Cure all'estero, rimborsi in Italia

del 20/01/2011
di: Gianluca Cazzaniga
Cure all'estero, rimborsi in Italia
Nei prossimi anni un cittadino italiano potrà scegliere di farsi curare in un altro stato membro dell'Ue e poi farsi rimborsare le spese dal proprio paese, a patto che tali cure e i costi relativi siano coperti dalla mutua. L'hanno deciso ieri i parlamentari europei approvando a larga maggioranza una proposta di direttiva che riguarda l'applicazione dei diritti dei pazienti relativi all'assistenza sanitaria transfrontaliera. Il testo riflette un accordo tra gli eurodeputati e i ventisette stati membri dell'Ue ed entrerà in vigore nelle prossime settimane. Dopodiché i governi europei avranno due anni e mezzo per recepire la nuova direttiva, che copre tutte le forme di assistenza sanitaria tranne i vaccini, i trapianti d'organi e le cure di lungo periodo. I costi relativi alle cure all'estero saranno rimborsati o pagati direttamente dal paese d'origine del paziente in misura corrispondente ai costi che il sistema avrebbe coperto se tale assistenza sanitaria fosse stata prestata in patria. In alcuni casi i pazienti dovranno richiedere un'autorizzazione preventiva all'autorità nazionale competente per poter ricevere cure mediche in un altro stato membro.

vota