Consulenza o Preventivo Gratuito

Contributi ridotti alle imprese edili

del 15/12/2010
di: di Carla De Lellis
Contributi ridotti alle imprese edili
Confermato anche per il 2010 lo sconto contributivo alle imprese edili nella misura dell'11,50%. È stato, infatti, pubblicato nei termini (cioè entro il 15 dicembre) sulla Gazzetta Ufficiale n. 290/2010 il decreto ministeriale 4 ottobre che proroga l'incentivo per quest'anno, come anticipato da ItaliaOggi il 13 ottobre.

Sconto edili. La riduzione contributiva è stata introdotta dalla legge n. 341/1995 limitatamente al settore edile. In origine valeva il 9,5%, poi è stato più volte prorogato e a partire dal 1997 è stato elevato alla misura dell'11,5% come tuttora vigente. Prima la legge n. 144/1999 e più tardi la legge n. 266/2002 hanno riattivato l'incentivo, praticamente riconfermato ininterrottamente, anno dopo anno, fino al 2006, subordinandone l'operatività all'emanazione di un decreto interministeriale annuale di conferma o di rideterminazione della misura. Da ultimo, con la legge n. 247/2007 (protocollo welfare) il bonus è stato reso strutturale subordinandolo, tuttavia, a una verifica annuale da farsi entro il 31 maggio. Ciò per valutare la possibilità che, con apposito decreto da adottarsi entro il 31 luglio dello stesso anno, potesse essere confermata o rideterminata per l'anno di riferimento la riduzione contributiva. Una volta decorsi 30 giorni dal predetto termine per l'emanazione del decreto, le imprese possono cominciare a utilizzare la riduzione contributiva fissata per l'anno precedente, salvo conguaglio da parte degli istituti previdenziali in relazione all'effettiva riduzione accordata ovvero nel caso della mancata adozione del decreto stesso entro e non oltre il 15 dicembre dell'anno di riferimento.

La proroga per il 2010. Il beneficio interessa tutti i datori di lavoro che esercitano attività edile, anche se in economia, sul territorio nazionale. Si applica, tuttavia, solo agli operai con un orario di lavoro di 40 ore settimanali (quindi è escluso chi lavora a part-time), nonché ai soci delle cooperative di produzione e lavoro sempre che svolgano lavorazioni edili. Dopo un anno di sosta, il 2007 per il quale non c'è stato il decreto di proroga, l'agevolazione ha ripreso a funzionare nella misura dell'11,50% fino allo scorso anno. Mancano, adesso, le istruzioni operative degli istituti previdenziali. L'Inail ha già anticipato l'applicazione dell'incentivo nella prossima autoliquidazione, nella nota n. 8920/2010 (si veda ItaliaOggi di ieri).

vota