Consulenza o Preventivo Gratuito

Rinnovabili, al via nuovi investimenti

del 14/12/2010
di: La Redazione
Rinnovabili, al via nuovi investimenti
Via libera a investimenti per 123 mln di euro nell'energia rinnovabile in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Ieri, sono state firmate quattro convenzioni tra la direzione generale per l'energia nucleare, le energie rinnovabili e l'efficienza energetica del ministero dello sviluppo economico, Enel distribuzione e le quattro regioni. L'accordo riguarda la realizzazione di interventi strutturali per lo sviluppo della rete di distribuzione, per consentire la connessione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili.

Le quattro convenzioni attivano investimenti per circa 123 milioni di euro (32 milioni di euro in Calabria, 27 in Campania, 35 in Puglia e 29 in Sicilia); tutti finanziati con risorse del programma operativo interregionale (Poi) Energia. Che, poi, è lo strumento con cui si è scelto di dar attuazione alle previsioni del Quadro strategico nazionale 2007-2013.

Le convenzioni, in particolare, individuano interventi da realizzare nei prossimi quattro anni, in coerenza con le finalità del Poi energia, per favorire la realizzazione di nuovi impianti alimentati da fonti rinnovabili. Gli investimenti sono stati elaborati dopo una concertazione con le amministrazioni regionali.

Il Poi Energia coinvolge diversi soggetti istituzionali: i ministeri dello sviluppo economico e dell'ambiente e le Regioni dell'obiettivo convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia). Tra i suoi principali obiettivi l'aumento della quota di energia da fonti rinnovabili e il miglioramento dell'efficienza energetica.

Nell'ambito dell'attività svolta, le parti istituzionali hanno assunto l'impegno, ai fini dell'ottenimento dei fondi, di emanare le autorizzazioni necessarie per la realizzazione degli interventi oggetto delle convenzioni. Si tratta di autorizzazioni relative alla costruzione di opere come cabine primarie ed elettrodotti di raccordo alla rete di distribuzione in media tensione e alla rete di trasmissione nazionale). Il tutto entro i tempi previsti dalla normativa di settore.

vota