Consulenza o Preventivo Gratuito

Biglietti di spettacoli teatrali Regime del margine sbarrato

del 11/12/2010
di: Franco Ricca
Biglietti di spettacoli teatrali Regime del margine sbarrato
Il regime del margine per le agenzie di viaggi non può applicarsi alla vendita isolata di biglietti di spettacoli teatrali, non connessa alla fornitura di tipiche prestazioni rientranti nel regime speciale. Lo ha chiarito la corte di giustizia nella sentenza 9 dicembre 2010, causa C-31/10. La questione era stata sollevata dai giudici tedeschi nell'ambito di una controversia tributaria instaurata da una società che gestisce un'agenzia di viaggi, che aveva ricevuto dall'amministrazione finanziaria un accertamento per avere applicato il regime speciale all'atto della rivendita di biglietti di spettacoli di un teatro dell'opera.

La società sosteneva che anche tale operazioni, effettuate isolatamente, fruissero del regime del margine, in quanto costituenti prestazioni rientranti comunque nel proprio ventaglio di offerte, che comprende diverse opportunità e servizi di viaggio.

Nella sentenza, la corte ha rilevato anzitutto che l'art. 26 della sesta direttiva stabilisce un regime particolare c.d. del margine per le operazioni delle agenzie di viaggi e degli organizzatori di giri turistici, nella misura in cui tali agenzie agiscano in nome proprio nei confronti del viaggiatore o utilizzino, per l'esecuzione del viaggio, cessioni e prestazioni di servizi fornite da altri soggetti passivi. Se ne desume, dunque, che il regime speciale riguarda le prestazioni finalizzate alla realizzazione di un viaggio; trattandosi, peraltro, di un regime speciale, esso si applica solamente nei limiti di quanto necessario al raggiungimento del suo obiettivo. A tale riguardo, risulta dalla giurisprudenza della corte che l'attività delle agenzie di viaggi si caratterizza per il fatto di essere il più delle volte composta da prestazioni plurime, in particolare di trasporto e di alloggio, effettuate sia all'interno sia all'esterno dello stato membro in cui ha sede l'impresa; in tali condizioni, l'applicazione delle norme generali sul luogo di imposizione, sulla base imponibile e sulla detrazione comporterebbe difficoltà pratiche che intralcerebbero l'esercizio dell'attività. In precedenza, inoltre, la corte ha dichiarato che una prestazione singola, che non sia accompagnata da prestazioni di viaggio, non rientra nell'ambito di applicazione del regime speciale. In conclusione, la sentenza statuisce che esula dal regime speciale la vendita di biglietti d'ingresso a teatro, da parte di un'agenzia di viaggi, senza fornitura di una prestazione di viaggio.

vota