Consulenza o Preventivo Gratuito

Sindaci, ordinanze senza scampo

del 06/11/2010
di: di Antonio Ciccia
Sindaci, ordinanze senza scampo
Forza pubblica assicurata ai sindaci e più compiti per gli steward per arginare la violenza negli stadi. Ma anche pugno duro per la trasparenza degli appalti e personale per i vigili del fuoco e servizi antincendi. Sono molteplici i piani di intervento del decreto sicurezza approvato dal consiglio dei ministri che rafforza la cooperazione internazionale tra le forze di polizia. Ma vediamo il decreto nel dettaglio.

Sicurezza stadi. Ritorna la flagranza differita per identificare e punire i responsabili di atti di violenza negli stadi e comunque durante le manifestazioni sportive. Secondo la relazione proprio lo strumento della flagranza differita che consente di individuare ex post gli autori di reati consente una diminuzione degli incidenti.

Prevista l'applicazione di una sanzione pecuniaria da 20 mila a 100 mila euro a carico delle società sportive che impiegano steward in numero inferiore a quello prescritto. Tra l'altro i compiti degli steward sono ampliati, con la possibilità di attribuzione di compiti ausiliari dell'attività di polizia (da individuarsi con decreto ministeriale) , relativi ai controlli nell'ambito dell'impianto sportivo (tranne che per quelle attività che richiedono l'esercizio di pubbliche potestà). Inoltre vengono estese agli steward forme di tutela previste per i pubblici ufficiali in servizio d'ordine alle manifestazioni sportive. Insomma ai fini della contestazione dei reati di violenza o resistenza o di circostanze aggravanti lo steward è equiparato al pubblico ufficiale.

Immobili confiscati. Possono essere destinati a finalità lucrative con lo scopo di finanziare l'agenzia nazionale competente sugli stessi. Eventualmente i beni possono essere anche destinati ad enti territoriali per finalità istituzionali.

Fondi antimafia. Possono beneficiarne, non solo le persone fisiche, anche le associazioni costituite parte civile in procedimento penali o che siano parte in un processo civile.

Sindaci. Assicurata la forza pubblica per l'esecuzione delle ordinanze dei sindaci (articolo 54 del testo Unico degli enti locali). Al fine di assicurare l'attuazione dei provvedimenti adottati dai sindaci il prefetto disporrà le misure ritenute necessarie per il concorso delle forze di polizia. Il prefetto potrà anche disporre ispezioni per accertare il regolare svolgimento dei compiti affidati, nonché per l'acquisizione di dati e notizie.

Tracciabilità. In materia di tracciabilità dei flussi finanziari collegati agli appalti il decreto legge introduce norma interpretative e modificative della legge 136/2010. L'obbligo di conto dedicato per tutti i flussi finanziari riguarda i contratti stipulati dopo il 7 settembre 2010, mentre per quelli precedenti scatta un periodo di 180 giorni per la regolarizzazione. Tra gli altri interventi la precisazione di un possibile uso promiscuo del conto dedicato, purché segnalato alla stazione appaltante. Inoltre negli strumenti finanziari va indicato il Cig (Codice identificativo gara) e se previsto anche il Cup (Codice unitario del progetto).

La competenza per le sanzioni è affidata al prefetto, mentre è prevista, sempre in caso di violazioni la risoluzione ex lege del contratto. Sempre in materia di sanzioni, il decreto stabilisce che l'opposizione è proposta davanti al giudice del luogo dove ha sede l'autorità che ha applicato la sanzione. Ai fini della applicazione delle sanzioni il decreto correttivo prevede che l'autorità giudiziaria comunichi al prefetto territorialmente competente i fatti di cui è venuta a conoscenza che determinano violazione degli obblighi di tracciabilità. Ai fini sanzionatori va, infine, segnalato che l'appaltatore, il subappaltatore o il subcontraente che ha notizia dell'inadempimento della propria controparte agli obblighi di tracciabilità finanziaria deve darne immediata comunicazione alla stazione appaltante e alla prefettura-ufficio territoriale del governo della provincia dove ha sede la stazione appaltante o l'amministrazione concedente

Confisca. Il decreto prevede che la confisca facoltativa delle cose che sono servite o sono state destinate a commettere una violazione amministrativa può essere disposta anche in assenza della ordinanza ingiunzione di pagamento, quando la sanzione pecuniaria amministrativa sia stata pagata in misura ridotta (legge 689/1981).

Cooperazione internazionale. Il decreto prevede il potenziamento del contrasto alla criminalità organizzata in collaborazione con le autorità di polizia europee, rafforzando l'attività del personale delle forse di polizia dislocato all'estero e con la valorizzazione del patrimonio informativo disponile e dello scambio info-operativo. Vien creata a questo scopo il comitato per la cooperazione internazionale di polizia.

Vigili del fuoco. Il decreto dispone che l'accesso alle qualifiche di capo squadra e capo reparto avvenga con una corsia preferenziale: dunque modalità concorsuali semplificate motivate dalle ragioni di urgenza a fronte anche di carenze di organico.

Servizio antincendio. Il decreto prevede che la protezione civile possa procedere ad assunzioni straordinarie per assicurare la continuità degli interventi.

vota