Consulenza o Preventivo Gratuito

Inarcassa, fondo di garanzia per i giovani

del 03/11/2010
di: La Redazione
Inarcassa, fondo di garanzia per i giovani
Arriva il fondo di garanzia a favore dei giovani ingegneri e architetti che a causa delle loro difficoltà economiche non riescono ad accedere ai finanziamenti degli istituti di credito. A prevederlo è un aggiornamento al bando 2010 di Inarcassa, l'ente di previdenza delle due categorie professionali, emanato nell'ambito degli interventi deliberati dalla cassa per il sostegno alla professione (art. 3.5 dello Statuto).

Il bando prevede il finanziamento in conto interessi, tramite convenzione con la Banca popolare di Sondrio, di un importo compreso tra 5 mila e 10 mila euro, da restituire in un periodo da uno a tre anni al massimo. L'intervento della Cassa si sostanzia in un abbattimento degli interessi a carico di Inarcassa del 75%.

Possono richiedere l'accesso al Prestito d'onore gli iscritti a Inarcassa con meno di 35 anni di età, nei primi cinque anni di iscrizione (art. 22.4 dello Statuto), anche riuniti in studi associati, che siano in regola con tutti gli adempimenti formali e contributivi previsti dallo Statuto di Inarcassa; che non abbiano già fruito di finanziamenti o contributi a carico di Inarcassa; che siano utenti di Inarcassa ON line.

La richiesta può essere inoltrata esclusivamente tramite Inarcassa ON line, specificando le finalità del finanziamento in un breve progetto di utilizzazione, che può prevedere le spese di impianto dello studio professionale e quelle di acquisizione di strumenti informatici. Le richieste, istruite dagli uffici, vengono autorizzate mensilmente sulla base dei progetti presentati fino a capienza dello stanziamento deliberato per il 2010, mentre la comunicazione dell'esito verrà inviata entro 60 giorni dalla richiesta.

L'ultima novità riguarda la costituzione di un fondo di garanzia per i giovani iscritti che fanno richiesta del Prestito d'onore non avendo ancora redditi sufficienti a superare l'istruttoria per l'accesso al credito operata dalla Banca. Anche il fondo opera tramite apposita convenzione, stipulata con la Banca Popolare di Sondrio, la quale ne regolamenta l'impiego e il supplemento di istruttoria necessario ad autorizzare l'iscritto all'affidamento del prestito.

vota