Consulenza o Preventivo Gratuito

Fondi alle imprese sicure

del 23/10/2010
di: di Daniele Cirioli
Fondi alle imprese sicure
In arrivo finanziamenti per la promozione della sicurezza nei luoghi di lavoro. L'Inail ha stanziato, infatti, 60 milioni di euro da ripartire in budget regionali, in funzione dell'andamento infortunistico territoriale. Le risorse potranno sostenere progetti proposti dalle imprese e destinati a migliorare le condizioni di sicurezza, la formazione dei lavoratori e la sperimentazione di soluzioni innovative. Lo rende noto l'Inail in un comunicato stampa diffuso ieri.

Attività promozionali. Lo stanziamento rientra nelle attività previste dall'articolo 11 del Tu sicurezza (dlgs n. 81/2008). La disposizione prevede, infatti, che l'Inail finanzi con risorse proprie progetti di investimento e formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro rivolti in particolare alle piccole, medie e micro imprese e progetti volti a sperimentare soluzioni innovative e strumenti di natura organizzativa e gestionale che siano ispirati ai principi di responsabilità sociale delle imprese.

Il finanziamento. Destinatari del finanziamento sono le imprese, anche individuali, ubicate in ciascun territorio regionale e iscritte alla camera di commercio (Cciaa). L'iniziativa ha il fine di porre in atto un intervento immediato per la promozione della sicurezza nei luoghi di lavoro, in attesa che il perfezionamento dell'accordo con le parti sociali renda utilizzabili le ulteriori risorse già messe a disposizione dal ministero del lavoro. Le risorse saranno disponibili per progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori; formazione; sperimentazione di soluzioni innovative e di strumenti di natura organizzativa ispirati alla responsabilità sociale delle imprese.

Per il via libera alle richiesta occorre attendere la pubblicazione dell'avviso sulla Gazzetta Ufficiale. A quel punto gli interessati potranno accedere tramite internet al sito dell'Inail, Punto Cliente; quindi prendere visione dei singoli bandi regionali, inserire i dati anagrafici dell'impresa e le informazioni relative al progetto e attendere l'attribuzione del punteggio in automatico. Con il superamento di un valore soglia di punteggio sarà possibile la compilazione della domanda sempre con procedura telematica (cioè online). Successivamente sarà necessario presentare alla sede dell'Inail competente l'attestazione dei requisiti di ammissione al finanziamento e di attribuzione dei punteggi. Ciò avverrà con una procedura «valutativa a sportello» che, applicata a progetti o programmi organici e complessi, consente la massima semplificazione conservando tutte le garanzie per l'ente erogante. Il finanziamento a fondo perduto, che in parte può anche essere anticipato, viene erogato dopo la verifica della documentazione che attesta l'effettiva realizzazione dell'intervento e l'avvenuto pagamento dei corrispettivi da parte dell'impresa richiedente. A conclusione della procedura, l'Inail si riserva di effettuare controlli, anche in loco, per verificare la conformità dell'intervento rispetto al progetto approvato e finanziato.

«La sicurezza non ha prezzo», ha detto Marco Fabio Sartori, presidente dell'Inail, annunciando che proprio per questo «si è prefisso l'obiettivo d'incrementare lo stanziamento a favore delle imprese che investono in sicurezza fino a 100 milioni di euro».

vota