Consulenza o Preventivo Gratuito

Gli straordinari sempre detassabili

del 05/10/2010
di: La Redazione
Gli straordinari sempre detassabili
Gli straordinari e il lavoro notturno sono sempre detassabili se incrementano la produttività. Questo vale, oltre che per il 2010, anche per quelli corrisposti nel 2008 e nel 2009, nel caso siano stati tassati in forma ordinaria anziché con l'applicazione del 10%.

La Fondazione Studi è intervenuta con la circolare n. 12/10 per riorganizzare la disciplina prevista in materia di detassazione dopo che l'Agenzia delle Entrate ha rimesso mano alla materia con una risoluzione (83/10) e con due circolari (47E - 48E/ 10).

Dopo aver definito che sono detassabili tutte le retribuzioni erogate per compensare il lavoro effettuato di notte e per il lavoro straordinario, purché sussista un vincolo di correlazione con i parametri di produttività, l'Agenzia ha confermato la possibilità per il datore di indicare le somme, alle quali va applicata la tassazione agevolata, sul modello CUD/2011(redditi 2010). Il lavoratore potrà recuperare il credito mediante la dichiarazione dei redditi da presentare nel 2011.

La circolare n.12/10 della Fondazione Studi, oltre a riepilogare tutti i passaggi normativi e di prassi intervenuti in questi anni, prende in esame le novità non contemplate prima della risoluzione 83/10, definisce i criteri di calcolo, riassume con tabelle e facsimili sia gli adempimenti del datore e del lavoratore, sia le possibilità di dichiarazione della natura delle somme erogate soggette a tassazione del 10% ed elenca le voci che rientrano nella previsione normativa.

Ricordiamo che esiste un limite massimo concesso per le somme detassabili pari a 6 mila euro e i limiti di reddito per averne diritto sono pari a 35 mila euro.

Tutte le misure si riferiscono alle somme erogate a livello aziendale in relazione a incrementi di produttività, innovazione ed efficienza organizzativa e altri elementi di competitività e redditività legati all'andamento economico dell'impresa. In particolare per gli straordinari, è necessario che il datore di lavoro attesti che la prestazione lavorativa ha determinato un risultato utile per il conseguimento di elementi di competitività e redditività legati all'andamento economico dell'impresa. Anche la detassazione per il lavoro notturno e per quello organizzato in turni è subordinata al perseguimento di un incremento della produttività e deve trovare riscontro in una dichiarazione del datore. Tali dichiarazioni, oltre ad essere consegnate al lavoratore, saranno anche conservate dal datore.

vota