Consulenza o Preventivo Gratuito

L'insegna va bene in vista

del 22/09/2010
di: Marilisa Bombi
L'insegna va bene in vista
La concessionaria d'auto vuole disporre di una propria insegna d'esercizio perché non vuole sia mimetizzata tra quelle poste sul totem e il Consiglio di stato le dà ragione. La Sez. V con decisione del 17 settembre, n. 6981 ha ribaltato il verdetto con il quale il Tar Veneto aveva respinto le pretese della concessionaria di veder annullati i dinieghi opposti dal Comune di Verona per il presunto contrasto con il regolamento della pubblicità della città scaligera che prescrive regole generali sull'esposizione di insegne ed altre forme pubblicitarie in modo unitario. Secondo il Collegio, non può sussistere un divieto assoluto di insegna individuale - argomentazione utilizzata dal Tar nella sentenza impugnata - tutte le volte in cui più attività sono esercitate nel medesimo edificio, al di fuori dei casi espressamente previsti di apposizione del mezzo pubblicitario sulla facciata degli edifici.

Ciò in quanto la disposizione prevista nel regolamento del comune di Verona, che implica un limite alla libertà di iniziativa economica privata giustificata dalla esigenza di salvaguardia dell'interesse pubblico al decoro delle facciate degli edifici, è da considerarsi di stretta interpretazione. Peraltro, la Sezione ha precisato di essersi già pronunciata sull'illegittimità dell'imposizione di un divieto di installazione di impianto pubblicitario a tempo indeterminato non supportato da ragioni di interesse pubblico (dec. 3265/2006) e che tale illegittimità va ribadita, a maggior ragione per insegna insistente su area privata, considerando che l'art. 3 del decreto legislativo 507/1993 prevede che i comuni, nel disciplinare con proprio regolamento le modalità di effettuazione della pubblicità, devono stabilire limitazioni e divieti per particolari forme pubblicitarie esclusivamente in relazione ad esigenze di pubblico interesse. A tale proposito, precisa il Collegio, lo stesso obbligo di autorizzazione per le insegne pubblicitarie è riferito alla necessità da parte del Comune di salvaguardare esigenze di pubblico interesse quali il decoro urbano.

vota