Consulenza o Preventivo Gratuito

Premi ridotti agli artigiani

del 30/07/2010
di: di Daniele Cirioli
Premi ridotti agli artigiani
Un premio alla sicurezza sul lavoro. Le imprese artigiane che non hanno avuto infortuni nel biennio 2007/2008 e 2008/2009 hanno titolo a uno sconto dei premi Inail pagati nel 2009 dell'1,88% e del 2,10% di quelli pagati nel 2010. Lo stabilisce la determina n. 32/2010 del presidente dell'Inail, che dà attuazione alle previsioni della legge n. 296/2006 (la Finanziaria 2007).

Un incentivo alla sicurezza

La Finanziaria 2007 prevede la riduzione dei premi per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dovuti dalle imprese artigiane con effetto dal 1° gennaio 2008. Stabilisce, in particolare, che il riconoscimento della riduzione vada prioritariamente a favore delle aziende che abbiano effettuato interventi prevenzionali nell'ambito di piani pluriennali concordati tra le parti sociali e che, in regola con gli adempimenti contributivi e con le norme del T.u. sicurezza (il dlgs n. 626/1994, oggi dlgs n. 81/2008), non abbiano denunciato infortuni nell'ultimo biennio. Con nota del 16 settembre 2008, il ministero del lavoro ha comunicato che il ministero dell'economia ha attribuito carattere strutturale all'intervento a partire dal 1° gennaio 2008, precisando che le risorse da destinarvi ammontano a 27 milioni di euro annui, da assegnare in via prioritaria alle aziende artigiane che investono in prevenzione.

La semplificazione

Per l'anno 2008 l'incentivo è stato fissato al 2% dal decreto n. 38525/2009 del ministero del lavoro (si veda ItaliaOggi del 27 maggio 2009); tuttavia, l'Inail ha riscontrato alcune difficoltà operative nel dare attuazione al decreto. Difficoltà sintetizzate in un'apposita richiesta indirizzata al ministero del lavoro in cui, nel prendere atto della mancata stipula da parte delle categorie artigiane dei piani pluriennali previsti dalla normativa e nel sottolineare l'esistenza di costi e, quindi, di diseconomicità nell'azione amministrativa, chiedeva di poter considerare la mancata stipula dei piani pluriennali condizione non ostativa alla piena operatività della norma almeno fino a quando i medesimi piani non saranno posti in essere. Con nota del 5 marzo 2010, il ministero del lavoro ha rappresentato che tanto la ragioneria generale dello stato quanto l'ufficio legislativo dello stesso ministero hanno espresso pareri concordi nel dare un'interpretazione della normativa diretta a concedere lo sconto a tutte le aziende che certifichino il rispetto delle norme in materia di sicurezza e la mancanza di infortuni in un arco di tempo precedente alla data di richiesta di ammissione al beneficio, senza tener conto dell'attuazione dei piani pluriennali.

Le misure per il 2009 e il 2010

Intanto, si legge nella determina del presidente dell'Inail, sono maturate le condizioni per assentire lo sconto per le annualità 2009 e 2010 per cui, d'ufficio, come già successo per l'anno 2008, l'Inail fissa la riduzione sui premi pagati dalle aziende rispettivamente nel 2009 e nel 2010, con riserva di verifiche ex post. In particolare, in considerazione dei calcoli della consulenza statistica attuariale dell'Inail, la percentuale della riduzione, da applicarsi in sede di regolazione 2010 (cioè il prossimo 16 febbraio 2011, quando scade il termine per l'autoliquidazione dei premi 2009/2010), è stata determinata in misura pari all'1,88% dell'importo del premio per il 2009 e al 2,10% dell'importo del premio per il 2010. L'incentivo spetta alle imprese artigiane che non hanno avuto infortuni nei bienni 2007/2008 e 2008/2009.

vota