Consulenza o Preventivo Gratuito

Videolotteries fino al 2011 con prelievo al 2%

del 21/07/2010
di: Nicola Tani
Videolotteries fino al 2011 con prelievo al 2%
Arrivano le nuove regole di versamento del Prelievo erariale unico per i concessionari delle videolotteries, i terminali previsti dal decreto Abruzzo in grado di garantire vincite fino a 500 mila euro. L'Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato ha provveduto ieri a pubblicare il decreto direttoriale n. 2010/22847 del 1° luglio, registrato in data 12 luglio 2010 alla Corte dei conti. Il Preu per le nuove «macchinette», destinate a una raccolta miliardaria, si applicherà alla base imponibile nella misura del 2% per gli anni 2010 e 2011, del 3% per l'anno 2012 e del 4% per l'anno 2013. Un business ricchissimo, che ha già prodotto 850 milioni di euro allo Stato dalla vendita di 57mila diritti per l'installazione, e che pochi giorni fa ha vissuto la sua «prima» ufficiale con il lancio delle vlt targate Lottomatica a Roma: solo un primo passo, secondo il direttore generale Renato Ascoli, visto che «a settembre la nostra rete dovrebbe attestarsi intorno a 50 location: proseguiremo con aperture selezionate in agenzie di scommessa, sale bingo, sale dedicate, per un'offerta di intrattenimento di alto livello». Nel decreto tecnico di Aams si specificano i periodi contabili in cui è suddiviso l'anno solare, relativamente ai quali i soggetti passivi d'imposta assolvono, mediante versamenti periodici, il prelievo erariale unico; le modalità di calcolo del prelievo erariale unico dovuto per ciascun periodo contabile e per ciascun anno solare; i termini e le modalità entro i quali e con le quali i soggetti passivi d'imposta effettuano i versamenti periodici e il versamento annuale a saldo; le modalità per l'utilizzo in compensazione del credito derivante dall'eventuale eccedenza dei versamenti periodici rispetto al prelievo erariale unico dovuto per l'intero anno solare; i termini e le modalità entro i quali e con le quali i concessionari di rete, comunicano i dati relativi alle somme giocate nonché gli altri dati relativi alle videolotteries. Per le nuove macchinette la posta di gioco è compresa tra 50 centesimi e 10 euro, con possibilità di offrire jackpot fino a 500 mila euro. La percentuale destinata alle vincite è dell'85%, la quota della raccolta destinata al jackpot sarà del 4%. Le giocate potranno essere effettuate in denaro contante, ticket, carte prepagate, conti di gioco nominativi utilizzabili attraverso smart card, o ricollocazione in gioco dei crediti vinti.

vota