Consulenza o Preventivo Gratuito

Formazione in riga

del 16/07/2010
di: di Ignazio Marino
Formazione in riga
Stretta in arrivo per i commercialisti che non pagano la quota annuale e per quelli che non fanno formazione continua. La commissione disciplina del consiglio nazionale di categoria sta definendo, infatti, due appositi regolamenti. Il primo riguarda il procedimento per morosità che potrà concludersi con la sospensione dell'iscritto o con la cancellazione dall'albo. Il secondo andrà ad inasprire la regolamentazione per chi viola l'obbligo formativo al fine di raggiungere la massima uniformità possibile su tutto il territorio. Ad anticipare le prossime mosse del Cndcec è il consigliere nazionale Emanuele Veneziani all'interno di una intervista rilasciata a «Eutekne.info».

Ma dalla nascita dell'albo unico, quanti sono stati i ricorsi esaminati e quanti procedimenti si sono conclusi con sospensioni e radiazioni? «Dall'inizio del 2008 al giugno 2010», spiega Veneziani, «sono stati trattati dal consiglio nazionale 28 procedimenti disciplinari, promossi sulla base di sanzioni irrogate dagli ordini locali e riferiti a 7 censure, 9 sospensioni, 3 sospensioni cautelari, 9 radiazioni. Di questi, il Cndcec ha rigettato 19 ricorsi, confermando così le decisioni assunte dagli ordini territoriali (5 censure, 5 sospensioni, 2 sospensioni cautelari e 7 radiazioni); degli altri 9, 2 si sono conclusi per cessata materia del contendere, 3 sono stati accolti dal Consiglio nazionale, e in questi casi le sanzioni dell'ordine (nella fattispecie una censura, 1 sospensione e una radiazione) sono state revocate. Infine, 4 sono stati parzialmente accolti, riformulando in meglio la sanzione comminata dall'ordine».

Quanto, più dettagliatamente, al numero dei procedimenti disciplinari attualmente in corso a livello nazionale e sulla loro durata media, Veneziani conclude dicendo che «da un'indagine statistica fatta dagli uffici del consiglio nazionale, alla quale hanno risposto 107 ordini su 143, risultano pendenti circa 1.150 procedimenti disciplinari. Non conosciamo, invece, il dato della durata media. A questo proposito, stiamo predisponendo l'invio agli ordini di un altro questionario, più articolato, con la richiesta di una serie di informazioni utili a sviluppare una significativa statistica».

vota