Consulenza o Preventivo Gratuito

Attestato energetico, l'ordine in Puglia fa la differenza

del 17/06/2010
di: Benedetta Pacelli
Attestato energetico, l'ordine in Puglia fa la differenza
L'attestato di certificazione energetica sempre più nel tunnel dell'incertezza. In Puglia sarà sufficiente essere un ingegnere iscritto all' albo professionale per rilasciare il bollino verde degli edifici, mentre in Lombardia lo stesso professionista dovrà dimostrare di avere frequentato un corso regionale ad hoc ed essere iscritto all'apposito elenco dei certificatori. È solo un esempio di un'Italia che, in tema di certificazione, continua a correre a velocità diverse, perfino sui requisiti necessari ai certificatori, a parità di titolo professionale. Ad assestare l'ultimo colpo a una materia già confusa tra le normative regionali e quelle nazionali ci ha pensato il Tar della Puglia che, con la sentenza (n.2426/2010), ha stabilito che gli ingegneri della regione potranno rilasciare i certificati energetici senza dover frequentare uno specifico corso di formazione e iscriversi nell'apposito elenco dei certificatori, così come prevedeva invece la normativa regionale. I giudici del tribunale amministrativo hanno quindi accolto il ricorso degli Ordini degli Ingegneri di Bari, Foggia, Taranto e Lecce contro la Delibera regionale (2272 del 24 novembre 2009) in materia, ribadendo che imporre un'abilitazione regionale equivale a creare «un nuovo profilo professionale», attività che «spetta unicamente alla legislazione statale» che può individuare «i requisiti e i titoli abilitanti e istituire un registro regionale ad hoc». In molte regioni d'Italia, invece, gli elenchi dei certificatori e gli stessi corsi sono proprio in mano alle amministrazioni regionali. E quindi se d'ora in poi gli ingeneri della Puglia saranno abilitati senza seguire alcun corso, quelli dell'Emilia-Romagna no e neppure quelli della Lombardia. Scenario ancora diverso per il Piemonte dove, per esempio, le categorie da sempre in prima linea sulla certificazione come periti industriali e geometri, o certificazione insieme ad altri professionisti, oppure solo dopo aver seguito un corso di 80 ore possono iscriversi nell'apposito elenco dei certificatori. E ancora, nella regione Valle d'Aosta, si attende, l'ultima delibera regionale per l'istituzione dell'albo dei certificatori.

vota