Consulenza o Preventivo Gratuito

L'Ue rinuncia alla normativa sul vino bio

del 17/06/2010
di: Gianluca Cazzaniga
L'Ue rinuncia alla normativa sul vino bio
La Commissione europea ha ritirato la bozza di legge sul vino biologico, perché non c'erano le condizioni per un compromesso credibile. L'ha confermato ieri il portavoce del commissario all'Agricoltura, Dacian Ciolos, dopo la riunione del Comitato di regolamentazione per il biologico. Il progetto di Bruxelles prevedeva una presenza di solfiti nel vino pari a 100 milligrammi il litro per i vini rossi e 150 per i vini bianchi e rosé. In altri termini: 50 milligrammi in meno per ogni categoria, rispetto ai livelli attualmente previsti per i vini convenzionali. Contro questi limiti, considerati troppo rigidi, si sono schierati non solo i paesi del Nord Europa, ma anche Francia e Portogallo. Si tratta soprattutto di stati membri i cui territori non sono baciati dal sole. O, quantomeno, non abbastanza. Per questo hanno bisogno dei solfiti per stabilizzare il vino, oltre che dello zucchero per aumentarne la gradazione alcolica.

vota