Consulenza o Preventivo Gratuito

Il fisco degli altri

del 15/06/2010
di: a cura di Gabriele Frontoni
Il fisco degli altri
Via libera dal Congresso di stato di San Marino all'adesione del Paese alla dichiarazione Ocse sulla correttezza, integrità e trasparenza nella conduzione delle attività finanziarie e societarie internazionali. L'esecutivo del Titano ha inoltre avviato un gruppo di lavoro permanente per assistere le imprese in caso di permanenza di San Marino nella black list italiana. Brusca frenata, intanto, per la raccolta bancaria della Rupe, conseguenza della linea dura imposta da Tremonti. In attesa di conoscere la nuova strategia messa a punto del Titano per gestire le relazioni col governo italiano, che verrà resa nota oggi a Roma da parte dei ministri di economia, esteri, industria e turismo nella Rupe, la Banca centrale ha diffuso i dati relativi a 12 istituti di credito attivi a San Marino. Nel mese di marzo la raccolta diretta ha registrato una flessione di 130 milioni di euro con un calo del 28,8% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Male anche la raccolta indiretta che nonostante l'incremento di 73 milioni a marzo, registra tuttavia un calo di poco inferiore al 30% se raffrontata sullo stesso periodo di un anno prima.

Nuovo sequestro multimilionario per i funzionari della dogana di Ponte Chiasso. Gli agenti del valico autostradale di Brogeda hanno bloccato ieri un cittadino italiano residente in provincia di Milano con addosso tre sole banconote ma dal valore di 2 miliardi di dollari dello Zimbabwe pari a circa 4 milioni e mezzo di euro. La valuta non dichiarata per complessivi 4.509.500 di euro potrebbe costare una sanzione massima del 40% dell'ammontare eccedente il limite di franchigia, pari quindi a 1.799.800 euro.

Stoccata del Brasile contro l'evasione fiscale internazionale. Il presidente Lula ha deciso di includere il nome della Svizzera all'interno della black list dei paesi non collaborativi sotto il profilo della condivisione di informazioni necessarie per contrastare operazioni di evasione transnazionale. La decisione sarebbe arrivata a seguito della bocciatura da parte della Camera bassa del Parlamento di Berna dell'accordo di cooperazione fiscale con gli Stati Uniti sul caso Ubs.

Via libera da parte dell'Irs, l'Agenzia delle entrate americana, alla nuova tassa del 10% sui centri abbronzanti. Il Fisco americano ha pubblicato le linee guida per l'applicazione del nuovo balzello a partire dal primo luglio prossimo su tutte le sedute solari indoor. Unica eccezione a questa nuova tassazione, i servizi di fototerapia somministrati da personale medico.

vota