Consulenza o Preventivo Gratuito

Finanziato l'apprendistato

del 29/05/2010
di: di Carla De Lellis
Finanziato l'apprendistato
Ripartite fra regioni e province autonome le risorse a favore dell'apprendistato. I fondi, validi per l'annualità 2009, sono assegnati al finanziamento delle attività di formazione nell'apprendistato, anche a favore di persone che hanno compiuto i 18 anni d'età. La ripartizione è operata dal decreto 23 aprile 2010 del ministero del lavoro, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 122 del 27 maggio. Le risorse ammontano complessivamente a 80 milioni di euro, ma per ora viene distribuito sul territorio solo un acconto pari al 50% dell'importo spettante.

La ripartizione. Ai fini della ripartizione, il decreto utilizza gli stessi criteri adoperati in occasione dell'attribuzione delle risorse per l'anno 2008. In pratica, la ripartizione avviene sulla base del 30% degli apprendisti formati e del 70% di quelli occupati. Non tutte le risorse vengono distribuite ma soltanto un acconto in misura del 50% dell'importo spettante (si veda tabella). In testa la Lombardia con 14,150 milioni di euro, seguita dall'Emilia Romagna con 11,360 milioni di euro, da Piemonte con 9,342 milioni di euro, Veneto con 8,533 milioni di euro e Toscana con 6,388 milioni di euro. Fanalino di coda il Molise e la Valle d'Aosta con 412,800 mila euro a testa. L'attivazione di percorsi formativi nell'apprendistato, vincolanti ai fini del finanziamento delle risorse (previste dal collegato lavoro di cui alla legge n. 144/99), avviene mediante presentazione di un piano delle attività formative da parte di ciascuna regione e provincia autonoma interessata, previa concertazione con le parti sociali.

Adempimenti successivi. Il provvedimento stabilisce che, entro 12 mesi, le regioni e le province autonome devono comunicare al ministero del lavoro estremi ed importi degli impegni assunti con atti amministrativi giuridicamente vincolanti riferiti alle risorse trasferite. Inoltre prevede che, allo scopo di monitorare l'avanzamento delle attività per l'apprendistato, ciascuna regione e provincia autonoma rediga un rapporto annuale di attuazione finanziario (impegni e pagamenti) elaborato secondo le linee guida fissate dal ministero del lavoro in collaborazione con l'Isfol, da trasmettere allo stesso ministero entro il prossimo 30 giugno. La predisposizione di questo rapporto di monitoraggio, peraltro, può costituire condizione ai fini dei successivi trasferimenti di risorse.

Qualora entro 12 mesi dalla data del decreto non venga comunicato l'impegno giuridicamente vincolante delle risorse, non verranno trasferite risorse a valere sui successivi decreti, che potranno essere successivamente reimpiegate sulla base di criteri da stabilire d'intesa con il coordinamento tecnico delle regioni e province autonome.

vota