Consulenza o Preventivo Gratuito

Lotta all'evasione ai raggi X

del 17/11/2009
di: di Antonio G. Paladino
Lotta all'evasione ai raggi X
Gli strumenti messi in campo per contrastare l'evasione e l'elusione fiscale passano sotto la lente della Corte dei conti. Infatti, tra gli indirizzi procedimentali previsti per il prossimo anno, la magistratura contabile inserisce la proposta di un'indagine che farà le pulci ai problemi connessi ai risultati effettivi ottenuti dalla lotta all'evasione. Ma senza dimenticare filoni d'indagine separati che potrebbero riguardare l'andamento delle entrate pubbliche non tributarie maggiormente rilevanti e la gestione dei giochi affidati ai concessionari.

È quanto si ricava dalla lettura della deliberazione n.36/2009 emanata dalle sezioni riunite della Corte dei conti che hanno messo nero su bianco gli «indirizzi e i criteri di riferimento programmatico del controllo sulla gestione per l'anno 2010». I temi che presentano maggiore attinenza agli andamenti della finanza pubblica, innanzitutto. Pertanto, sulla scorta di questa direttiva, potranno essere attivate specifiche indagini su diversi fronti, alcune delle quali già avviate negli anni scorsi. In tempi in cui la crisi economica internazionale dei mercati non è ancora smaltita del tutto, con ovvi riflessi sul potere d'acquisto delle famiglie, potrebbero attivarsi, quindi, indagini atte a valutare quale sia il peso della fiscalità sul livello dei prezzi dei prodotti di più largo consumo e sulla competitività delle imprese. Ma la Corte intende anche attivare un monitoraggio sull'andamento e sulle criticità delle entrate pubbliche non tributarie di maggior rilevanza (giochi, lotterie?), nonché un indagine sulla gestione dei giochi affidati ai concessionari. Resta un punto fermo anche per il prossimo anno, l'accertamento dei problemi connessi ai risultati conseguiti dagli strumenti di contrasto all'evasione ed elusione fiscale. In pratica, si vuole verificare che le azioni e gli strumenti oggi siano ancora adeguati o necessitano di un affinamento. Indagini a tutto campo, comunque, quelle che vedranno impegnati, il prossimo anno, i magistrati contabili. Saranno attivati controlli sul funzionamento del patto di stabilità interno, sul debito pubblico e le sue forme di ripianamento, sui rischi derivanti dall'utilizzo di «strumenti derivati» sull'indebitamento dello Stato e delle autonomie territoriali.

vota