Consulenza o Preventivo Gratuito

Nani da giardino illegali

del 15/05/2010
di: La Redazione
Nani da giardino illegali
Rimozione forzata per i nani da giardino. Deturpano il paesaggio ambientale di Furore, centro della Costiera Amalfitana. A dichiarare guerra alla decorazione non è un persecutore di nanetti, né un iscritto al «Fronte di liberazione nani da giardino», ma Raffaele Ferraioli, sindaco di Furore, comune di 900 abitanti nel Salernitano. Il motivo è che per il sindaco alterano l'ambiente e il paesaggio di Furore, che è stato dichiarato uno dei borghi più belli d'Italia. Al grido di non possiamo assistere inerti al trionfo del pessimo gusto, il comune ha già inviato ad alcuni cittadini «lettere preventive» per chiedere di togliere i nanetti esposti alla vista dei passanti. I cittadini si sono lamentati, ma se non li rimuoveranno, il sindaco minaccia la rimozione coatta, promettendo, in tal caso, una vera e propria ordinanza ad hoc.

Nel comune è stata emanata una particolare ordinanza contro questo tipo di decorazione. «Mi chiedo se si debba chiedere l'autorizzazione anche per mettere una pianta», dice una cittadina di Furore cui la decisione non piace. Il comune, però, ha già deciso.

vota