Consulenza o Preventivo Gratuito

Misure anticrisi per i bancari

del 14/05/2010
di: di Carla De Lellis
Misure anticrisi per i bancari
Al via le misure straordinarie anticrisi per il settore del credito. Con riferimento al corrente anno, i lavoratori in esubero possono avere accesso a un assegno di sostegno al reddito (durata massima di 24 mesi), convertibile in incentivo economico a favore dell'impresa che assuma gli stessi lavoratori, nonché al finanziamento di programmi alla ricollocazione professionale (durata massima 12 mesi). A prevederlo è il dm 26 aprile pubblicato sulla G.U. n. 109/2010, che modifica il dm 158/2000 relativo all'istituzione del fondo di solidarietà per il sostegno del reddito e dell'occupazione per il personale dipendente delle imprese del credito. La principale novità del provvedimento è la previsione di specifiche misure destinate al periodo di emergenza della crisi, la cui validità (come tutte le altre modifiche del provvedimento) è limitata al solo anno 2010. Due le nuove misure che si rivolgono al personale in esubero, non avente i requisiti di accesso alle altre prestazioni straordinarie già previste dal fondo di solidarietà. La prima consiste nell'erogazione, per un massimo di 24 mesi, di un assegno al sostegno al reddito ai lavoratori che versino in condizione di disoccupazione involontaria. La seconda consiste nel finanziamento, per un massimo di 12 mesi, a favore degli stessi lavoratori, di programmi di supporto alla ricollocazione professionale. In ogni caso, l'accesso alle nuove prestazioni è subordinato al preventivo espletamento delle procedure contrattuali e di legge già previste per i procedimenti di riduzione del personale, nonché alla condizione che tali procedure si concludano con uno specifico accordo sindacale aziendale. Contemporaneamente all'erogazione dei predetti benefici, il fondo assicura anche il versamento della contribuzione calcolata sull'ultima retribuzione del lavoratore. Per l'accesso alle prestazioni, i lavoratori devono produrre apposita richiesta, il cui accoglimento avviene sulla base dell'ordine cronologico di presentazione e nei limiti delle disponibilità del fondo. Infine, è previsto che qualora un'azienda del credito proceda all'assunzione a tempo indeterminato di un lavoratore durante il periodo in cui sta fruendo dell'assegno al sostegno al reddito, il restante trattamento venga erogato all'azienda (si trasforma in incentivo all'assunzione).
vota