Consulenza o Preventivo Gratuito

BREVI

del 07/05/2010
di: La Redazione
BREVI
L'Agenzia delle entrate ha reso ieri disponibile il software UnicOnLine PF 2010 che consente la compilazione del modello Unico Persone Fisiche e permette la generazione del modello di versamento F24 (plug-in F24 da Unico PF 2010). Il prodotto consente inoltre di precompilare il modello Unico Persone Fisiche 2010 con alcune informazioni della dichiarazione presentata per il precedente periodo d'imposta (Unico/2009 o 730/2009). L'Agenzia ha reso anche disponibile il Software di compilazione modello Irap 2010.

Il Cei rafforza il suo impegno per la mobilità sostenibile. Siglato giovedì scorso l'accordo quadro tra il Comune di Parma e il Comitato elettrotecnico italiano – Commissione Cives, per la promozione della mobilità sostenibile attraverso l'attivazione di iniziative congiunte volte alla diffusione dei veicoli con propulsione elettrica o ibrida nel Comune di Parma. L'accordo, che ha quale fine ultimo quello di contribuire alla salvaguardia della salute dei cittadini e al miglioramento dell'impatto della mobilità sull'ecosistema, intende promuovere iniziative volte a favorire la diffusione di veicoli a basso impatto ambientale con propulsione elettrica o ibrida. È previsto lo sviluppo di campagne di comunicazione ed il supporto tecnico-scientifico all'Amministrazione.

«Negli ultimi 4 anni e mezzo circa, a fronte dell'aumento del costo della benzina e del gasolio per autotrazione, stimiamo che l'Erario italiano abbia incassato un extragettito di quasi 4 mld di euro (per la precisione 3,8 miliardi) per la maggiore incidenza che hanno avuto sia l'Iva, sia le accise, sul prezzo alla pompa. Per questo, chiediamo al governo di ritornare questo tesoretto agli automobilisti italiani». Sono queste le dichiarazioni rilasciate dal segretario della Cgia di Mestre, Giuseppe Bortolussi, dopo aver analizzato i risultati di un'analisi condotta dal suo Ufficio studi. Tra gennaio 2006 ed aprile 2010, infatti, l'aumento dei prezzi alla pompa dei carburanti ha portato nelle casse dello Stato un importo pari 2,7 miliardi di euro di maggiore Iva e 1,1 mld di euro di maggiori accise. Complessivamente, quindi, l'Erario ha incassato un «tesoretto» aggiuntivo pari a 3,8 miliardi di euro.

Continua a prendere piede l'istituto dei contratti di rete in Italia. A fare da apripista, oltre a tre aziende della Toscana nel settore della formazione e della comunicazione (si veda ItaliaOggi Sette del 26 aprile scorso), quattro imprese emiliane operanti nella meccanica, che il 17 marzo 2010 hanno dato vita a un contratto di rete con sede a Casalecchio di Reno (Bologna). Lo rende noto lo studio legale e tributario Mdm di Firenze, che ha curato la realizzazione e la costituzione della rete. Il contratto ha come obiettivo principale quello di sviluppare azioni comuni di carattere commerciale e tecnologico, allo scopo di accrescere la capacità innovativa e la competitività sul mercato delle singole imprese aderenti.

La XVI Assemblea congressuale dell'Associazione nazionale giudici di pace, conclusasi a Roma alcuni giorni fa (23 aprile) ha eletto per acclamazione un nuovo presidente nazionale nella persona di Vincenzo Crasto e un nuovo esecutivo: vicepresidenti sono stati eletti Massimo Libri, Gabriele di Girolamo e Nicola di Foggia.

Nella seduta di ieri l'Assemblea plenaria del Consiglio superiore della magistratura ha deliberato all'unanimità i primi trasferimenti d'ufficio nelle sedi cosiddette disagiate, disposti ai sensi della legge n. 24 del 22 febbraio 2010, alla quale si era data attuazione con delibera del Csm il 16 marzo scorso. In particolare, è stato disposto il trasferimento di 13 magistrati destinati a dieci diversi uffici rispetto ai 75 posti pubblicati suddivisi in 42 uffici. Alcuni altri trasferimenti saranno deliberati nelle prossime sedute di plenum. Sulla base degli ultimi trasferimenti deliberati, la terza commissione ha trasmesso al ministero della giustizia l'elenco definitivo delle sedi cosiddette disagiate. Altre iniziative sono allo studio delle commissioni per far fronte alle situazioni di emergenza verificatesi.

vota