Consulenza o Preventivo Gratuito

Austria, addio alla grey list Intesa Liechtenstein-Usa

del 18/09/2009
di: Gabriele Frontoni
Austria, addio alla grey list Intesa Liechtenstein-Usa
L'Austria si appresta a uscire dalla lista grigia dell'Ocse. La notizia è stata data ieri dal ministro delle Finanze di Vienna, Josef Pröll, secondo cui nelle ultime settimane il governo ha accelerato il processo di sottoscrizione degli accordi sulla doppia imposizione secondo gli standard Ocse raggiungendo la fatidica quota 12. Gli ultimi Paesi a raggiungere un'intesa fiscale con l'Austria sono stati Andorra e Gibilterra, a cui vanno ad aggiungersi gli accordi sulla doppia imposizione sottoscritti di recente da Vienna con Bahrain, Lussemburgo, Svizzera, Olanda, Belgio, Regno Unito, Monaco, Danimarca, San Marino, St. Vincent, Singapore e Norvegia. Intanto, dopo aver siglato un accordo con Francia, Monaco e Andorra per lo scambio di informazioni fiscali martedì, ieri il Parlamento del Liechtenstein ha ratificato all'unanimità l'intesa raggiunta il 26 giugno scorso con gli Stati Uniti secondo i criteri imposti dall'Ocse. Per ottenere assistenza amministrativa, le autorità americane dovranno fornire a Vaduz l'identità del contribuente e dimostrare di avere già fatto tutto il possibile per rintracciare i dati richiesti.

vota