Consulenza o Preventivo Gratuito

Investimenti delle casse ai raggi X

del 06/05/2010
di: Pagina a cura di Ignazio Marino
Investimenti delle casse ai raggi X
I ministeri del lavoro e dell'economia insieme alla Banca d'Italia accendono i riflettori sugli investimenti delle casse di previdenza dei professionisti. Queste ultime dovranno pertanto compilare una scheda contenente la descrizione delle attività finanziarie e immobiliari (si veda modello in pagina). La richiesta ai presidenti delle gestioni è arrivata ieri a margine dell'incontro sulla tematica dei contributi non versati dai professionisti over 65 (si veda altro articolo in pagina). Ufficialmente si tratta di una ricognizione tecnica sui portafogli degli enti. In realtà si andrà ad analizzare la coerenza delle attività finanziarie in essere con le finalità delle gestioni previdenziali e la redditività degli investimenti. La costituzione della nuova task force, che rispetto al passato ha come supporto tecnico Bankitalia, arriva in un momento di grande incertezza per tutti i mercati finanziari e a distanza di qualche mese (si veda ItaliaOggi del 20 gennaio 2010) dalla pubblicazione dei risultati dell'indagine condotta dalla Bicamerale di controllo sugli enti gestori forme di previdenza obbligatorie sui bilanci 2004-2005-2006 degli enti. Nonostante l'analisi dei conti si fermi alla vigilia della crisi economica è possibile notare un forte appello della Bicamerale a una maggiore consapevolezza sull'utilizzo di strumenti strutturati e derivati, visto che nel 2006 su circa 31 miliardi di euro gli enti erano esposti per oltre 21 miliardi (circa il 70%) in investimenti mobiliari. Sulla scheda consegnata ieri si apre adesso una pausa di riflessione per apportare eventuali miglioramenti e arrivare così entro fine mese a un modello condiviso di monitoraggio dei portafogli.
vota