Consulenza o Preventivo Gratuito

Studi, al via il censimento

del 05/05/2010
di: di Andrea Bongi
Studi, al via il censimento
Per lo scudo fiscale parte l'operazione «censimento». Entro il prossimo 20 maggio gli intermediari abilitati selezionati dall'Agenzia delle entrate dovranno inviare una serie di informazioni relative alle operazioni di rimpatrio e di regolarizzazione perfezionati dagli stessi. Tali dati verranno raccolti dalle Entrate e costituiranno la base per la predisposizione di un apposito documento statistico che dovrà essere comunicato dal ministro dell'economia e delle finanze al parlamento entro il prossimo 15 giugno.

La richiesta di informazioni statistiche relative allo scudo fiscale è contenuta in un'apposita comunicazione a firma del direttore dell'Agenzia delle entrate, ricevuta nei giorni scorsi dall'Associazione bancaria italiana. Le banche e gli istituti di credito che dovranno fornire le informazioni statistiche sono elencati in allegato alla comunicazione stessa.

Le informazioni che tali soggetti dovranno inviare tramite apposito indirizzo mail alle Entrate, verranno raccolte e inserite in apposite schede allegate alla comunicazione inviata all'associazione di categoria.

In particolare si chiede di fornire informazioni in ordine al numero di operazioni di rimpatrio o di regolarizzazione perfezionate alla data del 15 dicembre 2009, del 28 febbraio 2010 e del 30 aprile 2010. Le suddette operazioni dovranno poi essere distinte e suddivise sulla base dei volumi d'importo, del numero dei soggetti coinvolti con l'indicazione dei paesi di provenienza delle richieste di rimpatrio e di regolarizzazione.

Dovranno essere fornite anche informazioni in merito all'ammontare complessivo delle attività finanziarie e patrimoniali, distinguendo le stesse in base al tipo di operazione scelta fra il rimpatrio e la regolarizzazione.

Quanto alla tempistica dell'invio dei dati, la comunicazione dell'Agenzia prevedeva in realtà due distinte scadenze: il 30 aprile per le operazioni eseguite fino al 15 dicembre 2009 e dal 30 dicembre 2009 al 28 febbraio 2010 e il 20 maggio per le operazioni eseguite dal 1° marzo 2010 al 30 aprile 2010. Un ritardo nella ricezione della predetta comunicazione ha fatto invece slittare verso l'unica data del 20 maggio prossimo l'invio di tutte le informazioni richieste dall'Agenzia delle entrate. La raccolta delle informazioni suddette sarà dunque la base per elaborare il documento di natura statistica che verrà comunicato al parlamento e che costituirà il principale punto di partenza per una valutazione complessiva dell'operazione scudo fiscale 2009/2010.

vota