Consulenza o Preventivo Gratuito

Brevi

del 01/05/2010
di: La Redazione
Brevi
Agronomi e forestali. Andrea Sisti, presidente del consiglio nazionale di categoria, ha ricevuto ieri a Foggia il «Premio Mediterraneo». «Un riconoscimento», ha commentato, «per l'intera categoria, di cui sono orgoglioso, per gli ordini provinciali e per tutti i professionisti agronomi e forestali che ogni giorno operano nei singoli territori del nostro paese, al fianco dell'agricoltura, dei cittadini e delle istituzioni». La cerimonia del prestigioso riconoscimento «per la sezione politiche agricole», ha visto la partecipazione del presidente della Federazione dei dottori agronomi e forestali della Puglia, Oronzo Milillo, del presidente dell'Ordine provinciale Luigi Miele e di molti iscritti locali. Sisti, durante il suo intervento alla presenza del rettore dell'università di Foggia, Volpe, e del consigliere della cooperativa Libera Terra, Leo, ha ricordato i recenti protocolli siglati a Bari con le facoltà di agraria «per la formazione permanente» e quello con la prefettura di Reggio Calabria per la gestione dei beni confiscati alla malavita.

Riforma delle professioni. Il deputato del Pdl Rocco Girlanda ha presentato un'interrogazione per sapere se il ministro della giustizia intenda convocare tavoli tecnici con le associazioni rappresentative di professioni attualmente non riconosciute o con richiesta di riconoscimento e se si prevede l'istituzione di un registro delle associazioni delle professioni non riconosciute. «L'accelerazione sulla riforma delle professioni», dice Girlanda, «costituisce un momento molto importante di confronto e di analisi sulla stessa evoluzione del mondo del lavoro in un momento storico di capitale importanza. L'occasione è propizia anche per avviare il dialogo con le associazioni rappresentanti delle professioni non riconosciute, per le quali sono state già depositate diverse proposte di legge per nuovi ordini o albi professionali».

L'Associazione professionale italiana di direzione e organizzazione in collaborazione con università di Bari, Icmci, il Southern Italy charter del Project management institute (Pmi-Sic) e Daisy-Net, organizza per il 6 maggio il convegno «La certificazione professionale: opportunità o necessità?» che si svolgerà presso il Dipartimento di informatica - Università degli Studi di Bari Aldo Moro. L'incontro, al quale parteciperanno eminenti esponenti del mondo accademico, del consultant management, uomini di impresa e della p.a., sarà l'occasione per discutere e fare chiarezza sul significato dell'essere professionista oggi, sulle modalità di valutazione dei risultati raggiunti attraverso l'attività, sul ruolo che questa figura riveste all'interno di grandi e piccole organizzazioni.

vota